Roma, nella Capitale convivono gli esponenti di tutte le mafie, lo ha detto anche il Prefetto. Montagne di capitali sporchi investiti. E che fanno partiti politici, istituzioni, società civile?

“A Roma sono presenti con investimenti nel settore commerciale, immobiliare e finanziario gli esponenti di tutte le mafie, in una sorta di convivenza sia tra loro che con la criminalita’ tradizionale laziale, principalmente interessata alle rapine, al traffico di stupefacenti e soprattutto all’usura”. A dirlo e’ il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, nel corso del suo intervento davanti alla commissione parlamentare Antimafia presieduta da Beppe Pisanu.

“Su un altro versante va segnalato -ha spiegato il prefetto- come la posizione geografica e la presenza di scali aerei e marittimi internazionali, favoriscano un’elevato a costante flusso di stupefacenti in cui sempre piu’ spesso intervengono organizzazioni straniere. Ma le criminalita’ straniere presenti a Roma sono anche fortemente impegnate nel controllo dell’immigrazione clandestina e nel traffico di migranti, con caratteristiche di transnazionalita’ sempre piu’ estese”.

(Tratto da Libero News)

Archivi