Roberti: «La corruzione va affrontata come la criminalità organizzata»

EDIZIONI LOCALI: NAPOLI | AVELLINO | BENEVENTO | SALERNO | CASERTA | CALABRIA
chiudi

Roberti: «La corruzione va affrontata come la criminalità organizzata»

A+A-Stampa
Napoli – «La corruzione è diventata un fenomeno gravissimo contro l’economia se è vero che ha un’incidenza così forte. Va ripensata come un reato di criminalità organizzata». È quanto ha detto il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti intervenendo ad un convegno sulla corruzione a Napoli. Per contrastare la corruzione è però indispensabile utilizzare gli stessi strumenti di contrasto alla criminalità organizzata come «gli sconti di pena per chi collabora e l’impiego di agenti sotto copertura».

Per Roberti però va valutato positivamente quanto finora fatto anche se «allungare la durata della pena senza una riforma dell’istituto della prescrizione è come fare un buco nell’acqua». Il convegno è stato organizzato dalla facoltà di giurisprudenza dell’università Federico II di Napoli.

Archivi