Rischio corruzione, Palermo terza in Italia: sei siciliane tra le prime dieci

Rischio corruzione, Palermo terza in Italia: sei siciliane tra le prime dieci

A guidare la lista elaborata dall’autorità nazionale anticorruzione, è Enna, seguita da Crotone. Nella poco onorevole top 10 anche Caltanissetta, Agrigento, Catania e Siracusa

Redazione

22 luglio 2022 11:46

La provincia di Palermo è terza in Italia per maggior rischio corruttivo. A guidare la classifica Enna, seguita da Crotone, il capoluogo siciliano completa il poco onorevole podio. E’ quanto emerge dall’analisi compiuta dall’Anac, autorità nazionale anticorruzione.

Nella lista delle 10 province in cui è più semplice incorrere in fenomeni di corruzione si trovano anche Caltanissetta, Agrigento, Reggio Calabria, Catania, appunto Caserta, Napoli e Siracusa. Milano guida invece la classifica delle province virtuose (seguita da Bologna, Modena, Ancona, Belluno, Trento, Parma, Monza-Brianza, Lecco e Padova).

L’Anac, per la pima volta, ha messo insieme quattro parametri (livelli di istruzione, benessere economico, capitale sociale e criminalità su base provinciale) per generate un valore (chiamato Indice composito di contesto) che prova a quantificare in modo oggettivo la situazione in ciascun territorio, abbandonando la logica della percezione soggettiva della corruzione che ha da sempre caratterizzato le tradizionali classifiche in materia.

Anac ha individuato 17 indicatori sugli appalti, incentrati sulla banca dati nazionale dei contratti pubblici, e 5 indicatori relativi ai comuni sopra i 15.000 abitanti. Sono stati presi in esame i dati su criminalità, istruzione, capitale sociale, economia del territorio, scioglimento per mafia, reddito pro-capite e ricorso frequente ai contract splitting (cioè la suddivisione dei contratti).

Il progetto s’inserisce tra le iniziative per il miglioramento dell’efficacia della lotta contro la corruzione ed è stato finanziato dal Programma Operativo Nazionale “Governance e Capacità istituzionale 2014-2020”, con l’Anac a svolgere un ruolo centrale di coordinamento.

Fonte:https://www.palermotoday.it/cronaca/corruzione-classifica-anac.html

Archivi