Ringraziamo l’attuale Prefetto di Frosinone per il suo impegno antimafia e gli assicuriamo la nostra vicinanza e solidarietà

Per onestà intellettuale dobbiamo riconoscere che l’ attuale Prefetto di Frosinone si sta muovendo bene sul piano dell’ impegno contro le mafie nella sua provincia.

L’ ultimo suo appello a comuni, enti ed imprese a sottoscrivere un protocollo di intesa per contrastare le infiltrazioni della criminalità nei cantieri edili ne è la prova

Dopo l’ ex Prefetto di Latina Frattasi, questo è il secondo Prefetto del Lazio che sta mostrando una reale volontà di combattere le mafie.

E le sue iniziative in tal senso assumono sempre più valore se si considera il fatto che esse, purtroppo, non trovano quella accoglienza e quei riscontri che tutti i cittadini onesti si sarebbero aspettati.

Una prova di quell’ inquinamento del tessuto culturale, sociale, economico e politico tipico dei territori mafiosi?

Ci rifiutiamo ancora di crederlo e confidiamo ancora nella possibilità di un sussulto di dignità e di orgoglio da parte dei tantissimi cittadini onesti che abitano il Lazio.

La provincia di Frosinone, come quella di Latina e tutto il Basso Lazio in particolare, sono da decenni sotto il tallone delle mafie.

Tonnellate di capitali sono stati finora investiti e continuano quotidianamente ad essere investiti dalla criminalità organizzata, con la complicità spesso di molti amministratori pubblici, esponenti politici, professionisti.

L’ ultima denuncia, forte e pubblica, circa le collusioni fra politici e mafie nel Lazio è stata quella fatta dall’ ex Giudice Ferdinando Imposimato.

Quello che addolorano sono il silenzio e l’ inerzia di quella parte della società civile e della politica ancora sane e che, perciò, avrebbero il dovere morale di reagire, mentre, invece, restano ancora a guardare.

In una situazione del genere, acquistano sempre più valore iniziative come quella del Prefetto di Frosinone, che noi ringraziamo ed esortiamo a proseguire nel suo impegno, assicurandogli la nostra vicinanza e solidarietà.

Archivi