Richiesta uso villa via Modena ARDEA confiscata alla mafia

Roma, 21 aprile 2007

COMUNE DI ARDEA
Ufficio del Patrimonio – Via F. Crispi 8
00040 – ARDEA

E p. c.
AGENZIA DEL DEMANIO
Filiale Lazio – Via Piacenza 3
00184 -ROMA

OGGETTO: richiesta in uso gratuito Ambienti immobile confiscato alla criminalità organizzata

La scrivente Associazione Regionale per la lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”, iscritta nell’Albo delle Associazioni ONLUS della Regione Lazio ed operante sull’intero territorio di questa, è da tempo che sta seguendo con particolare attenzione, com’è noto, la situazione relativa alla presenza ed alle attività della criminalità organizzata nell’ intera area geografica in cui è incluso codesto Comune.

Trattasi di un’area significativamente infiltrata da soggetti appartenenti ad organizzazioni criminali, che, malgrado l’azione costante della magistratura e delle forze dell’ordine, appaiono abbastanza ostinati nel continuare a non abbandonare il campo. Le nuove strategie di “immersione “adottate nel Paese dalle mafie, trasformatesi negli anni in vera e propria impresa, portano queste ad infiltrarsi sempre più nel tessuto economico e sociale, se non istituzionale, territoriale.

Questa Associazione non ha mai fatto mistero del suo pensiero in ordine all’insufficienza, a fronte dell’azione costante delle mafie tendente a permeare sempre più il tessuto economico e le istituzioni, di un intervento che si limiti al livello culturale e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica. Essa ritiene, invece, che a tale azione debba essere necessariamente accompagnata un’azione più incisiva di “osservazione costante “ dei fenomeni che riguardano presenze ed investimenti “sospetti “sul territorio, per poter, poi, analizzarli a fondo, in collaborazione con la magistratura e le forze dell’ordine.

Un vero e proprio “punto di osservazione e di monitoraggio”- che questa Associazione vuole istituire sull’intero territorio per poter continuare al meglio a svolgere la sua azione di contrasto di una criminalità organizzata sempre più invasiva. A tale azione di “osservazione e di monitoraggio” andrebbe, ovviamente, accompagnata quella, altrettanto importante, di informazione e di formazione dei cittadini e dei giovani in particolare sui problemi della legalità.

A tal fine, essa chiede che uno o due degli ambienti che fanno parte dell’unità immobiliare confiscata in via Modena alla criminalità organizzata, vengano assegnati in uso gratuito a questa Associazione.

IL SEGRETARIO REGIONALE
Dr. Elvio Di Cesare

Archivi