Richiesta costituzione parte civile nel processo “Damasco 2” sul “caso Fondi” da parte della Regione Lazio

On. Renata Polverini

Presidente Giunta Regione Lazio

ROMA

Gentile Presidente,

abbiamo letto, profondamente sconcertati, del comportamento assunto dalla maggioranza che la sorregge nella Regione Lazio relativamente alla richiesta di costituzione di parte civile, da parte della stessa Regione, nel procedimento giudiziario cosiddetto “Damasco 2” che riguarda il famoso “caso Fondi”.

Un comportamento – ci consenta la franchezza – che non esitiamo a definire, oltre che gravissimo, soprattutto irresponsabile a causa delle gravissime ricadute che esso avrà sul piano della credibilità e del prestigio delle Istituzioni.

Il fatto che, con l’Amministrazione comunale di Fondi, anche la Regione Lazio -le due Istituzioni, cioè, la cui immagine è stata maggiormente danneggiata dalla presenza e dalle attività delle mafie sul nostro territorio -siano entrambe rinunciatarie a tutelare la propria dignità e gli interessi collettivi nel procedimento che avrà inizio il 20 p. v. presso il Tribunale di Roma, fa sorgere il sospetto nell’opinione pubblica nazionale di non piacevoli collusioni con la criminalità organizzata.

La esortiamo, pertanto, proprio a tutela dell’interesse collettivo e della credibilità delle Istituzioni, ad assumere con tutta urgenza le iniziative necessarie per la costituzione di parte civile della Regione Lazio nel processo in questione.

Confidando nella sua sensibilità e nel suo senso dello Stato, la salutiamo con viva cordialità

IL PRESIDENTE REGIONALE

Dr. Elvio Di Cesare

Archivi