Riceviamo e pubblichiamo,pregando la Procura della Repubblica di Latina di intervenire per accertare la fondatezza di quanto esposto

–          COMMISSARIATO DI  P.S.  DI FORMIA

–          REGIONE LAZIO – DIPARTIMENTO TERRITORIO-DIREZIONE REGIONALE INFRASTRUTTURE-AREA DECENTRATA LAVORI PUBBLICI DI LATINA (EX GENIO CIVILE DI LATINA)

–          SOPRINTENDENZA BENI ARCHITETTONICI DEL LAZIO

–          ASSOCIAZIONE di LOTTA  CONTRO LE ILLEGALITA’ “ANTONINO CAPONNETTO”

Esposto

Il sottoscritto Sig.Ciccarelli Francesco nato a Itri (LT) il 19.02.1957 e residente in Itri alla Via San Gennaro n. 5

espone quanto segue

1)      Il sottoscritto è proprietario di una unità abitativa sita in Itri alla Via San Gennaro n.5, nel CENTRO STORICO del Comune di Itri.

L’unità immobiliare di mia proprietà (particella 178) confina con  un immobile(particella 175) sul quale sono stati eseguiti lavori edili in virtù di permesso di costruire n.3242 del 16.11.2004 rilasciato dal Comune di Itri.

Il giorno 18.11.2010 con mia lettera protocollata al nr. 15709/2010 (allegata in copia) richiedevo al Comune di Itri un intervento sul posto per verificare la regolarità dei lavori in esecuzione sul fabbricato distinto alla particella 175 adiacente la mia abitazione.

Nella stessa richiedevo altresì, di essere informato circa gli esiti degli accertamenti.

Ad oggi, dopo circa tre mesi, non ho ricevuto alcuna comunicazione da parte del Comune di Itri.

Pertanto, è ragionevole ritenere, o quanto meno supporre, che nessun intervento sia stato effettuato in loco.

2)      A seguito di quanto sopra esposto, il giorno 07.12.2010 con lettera distinta al PROT. nr. 16697/2010 (allegata in copia), richiedevo all’ Ufficio Tecnico del Comune di Itri copia conforme agli originali di tutta la documentazione relativa ai lavori posti in essere sul fabbricato distinto alla particella n. 175, adiacente la mia abitazione.

In data 10.12.2010 ritiravo la documentazione in oggetto e dal confronto tra il grafico progettuale approvato e lo stato dei luoghi appariva evidente,          ictu oculi, che i lavori da me segnalati nella richiesta prot. 15709/2010 del 18.11.2010, apparivano difformi rispetto a quanto approvato dal Comune di Itri ed in particolare dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici del Lazio con parere prot. 17827/B del 11.06.2004.

Nel frattempo i lavori sono proseguiti.

3)      In data 24.01.2011, alle ore 11:37 circa, stanco di vedere inascoltata la mia richiesta di intervento da parte dell’ UTC e dei Vigili Urbani del Comune di   Itri, chiamavo telefonicamente il numero 112 e richiedevo l’intervento dei Carabinieri in via S.Gennaro presso la mia abitazione, per la verifica dei lavori edili effettuati sull’immobile adiacente distinto alla particella 175.                   Questi ultimi, intervenuti sul luogo,  mi riferivano che avrebbero effettuato un controllo presso l’UTC del Comune di Itri.                                                       Trascorsi alcuni giorni, non ho visto alcun intervento, quantomeno sul posto. Pertanto, in data 28.01.2011 alle ore 12.54 circa, chiamavo il numero 117 e richiedevo l’intervento della Guardia di Finanza presso la mia abitazione per verificare la regolarità dei lavori eseguiti sull’immobile distinto alla particella 175.                                                                                                                 In tale circostanza mi veniva riferito di richiedere l’intervento del Comune e dei Carabinieri.

Ad oggi, dopo circa tre mesi, sono ancora in attesa di opportune e concrete risposte alle mie legittime richieste, rimaste purtroppo inascoltate.

4)      Ma vi è dippiù.

All’interno della documentazione acquisita in data 10.12.2010 presso l’UTC del Comune di Itri e inerente i lavori effettuati sulla particella 175, rinvenivo un’altra richiesta di sopralluogo prot. 14176 del 19.10.2009 inoltrata da un altro confinante circa un anno prima della mia richiesta prot.15709/2010 del 18.11.2010.                                                                                                            A seguito della richiesta prot. 14176 del 19.10.2009, l’UTC e i Vigili Urbani hanno eseguito un sopralluogo in data 26.10.2009, rilevando dei lavori irregolari.                                                                                                           Pertanto, sarebbe stato quantomeno opportuno da parte delle competenti autorità adottare i provvedimenti e le sanzioni del caso di fatto non rinvenuti all’interno del fascicolo.

5)      Inoltre, in data 10.12.2010, in occasione della visione del fascicolo contenente la documentazione inerente i lavori eseguiti sulla particella 175, ho potuto riscontrare la presunta mancanza dei seguenti documenti: comunicazione di inizio lavori con nomina del direttore dei lavori e nomina della ditta esecutrice degli stessi, D.U.R.C., bollettini attestanti il pagamento per occupazione di suolo pubblico (in quanto per circa due anni, è stato posizionato un ponteggio su Corso Appio Claudio per tutta la lunghezza del fabbricato e ciò può essere testimoniato da tutti gli abitanti del quartiere nonché dalle fotografie che nel corso del tempo ho realizzato).

Se effettivamente tali documenti mancassero, è lecito domandarsi come mai ciò non è stato evidenziato nel verbale di sopralluogo del 26.10.2009 (effettuato da UTC e Vigili Urbani del Comune di Itri in seguito alla richiesta di sopralluogo prot. 14176 del 19.10.2009), dato che tali mancanze rappresenterebbero ulteriori violazioni, e come mai non è stato eseguito un controllo su tutto il cantiere.

6)      Faccio inoltre presente che il fabbricato distinto alla particella n. 175 sul quale sono stati eseguiti i lavori di cui parlo, è un immobile in parte distrutto durante gli eventi bellici e successivamente ricostruito negli anni 60 circa.    La sopraelevazione del piano mansardato oltre quanto approvato, e l’ eventuale mancanza del direttore dei lavori, potrebbero mettere a rischio l’incolumità di eventuali inquilini, nonché dei confinanti (compreso il sottoscritto), nonché la pubblica incolumità dato che l’immobile (alto circa 14 metri) si affaccia, per tutta la sua lunghezza, con Corso Appio Claudio.

Infatti trattandosi di zona sismica, il Genio Civile di Latina, con comunicazione prot. 128326 del 26.09.2005 (POSIZIONE n. 5954/NS del 17.06.2005) aveva ritenuto non ammissibile la sopraelevazione del piano mansardato in quanto non ammissibile dalle normative tecniche vigenti in zona sismica.

7)      Tutto ciò, se verificato, potrebbe corrispondere altresì ad uno scempio perpetrato in centro storico, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico ed  a confine con l’Antica Via Appia.

Pertanto, anche in virtù dei più elevati principi di uguaglianza e di tutela dei propri diritti, costituzionalmente garantiti, è auspicio di chi scrive che venga finalmente posta in essere una adeguata verifica di quanto sopra esposto anche con supporto di idonea documentazione.

Per tutto quanto sopra esposto e ritenuto, il sottoscritto CICCARELLI Francesco nato a Itri (LT) il 19.02.1957

CHIEDE

Che vengano effettuati tutti gli interventi e gli accertamenti necessari al fine di verificare la regolarità dei lavori eseguiti sull’immobile distinto alla particella 175 del Comune di Itri ed in particolare:

a) verifica di tutto il cantiere;

b) verifica del numero di unità immobiliari realizzate all’interno dell’immobile in oggetto;

c) verifica della sopraelevazione del piano mansardato rispetto al progetto approvato; tale circostanza è particolarmente evidente sul lato Ovest che affaccia su Corso Appio Claudio, sul lato Sud ed Est;

b) n° 2 finestre , di cui una al piano primo e una al piano secondo sul lato Sud;

c) terrazzo all’ultimo piano;

d) ampliamento balcone al piano secondo che affaccia su Corso Appio Claudio.

Certo che le mie legittime richieste, non vengano ancora una volta disattese, CHIEDO, altresì, di essere informato circa l’esito degli espletandi accertamenti.

In mancanza mi vedrò costretto ad adire le vie legali per la tutela dei miei diritti.

Allego:

Esposto prot. 15709/2010 del 18.11.2010;

Richiesta prot. 16697/2010 del 07.12.2010.

ITRI, lì 15.02.2011

IN FEDE
Ciccarelli Francesco

Archivi