Riceviamo e pubblichiamo,precisando subito una cosa importante che ci pesa sullo stomaco come un macigno.Nessuno ad Ostia ha mai interessato l’Associazione Caponnetto alle vicende che hanno visto e vedono coinvolti la città ed il territorio..Anzi,qualche volta che abbiamo partecipato a iniziative pubbliche,abbiamo notato,soprattutto in soggetti legati al PD,un senso di fastidio.Altri avrebbero subito reagito dicendo “andate alla malora,fatevi difendere,se ne sono capaci,da coloro ai quali vi siete rivolti”.Noi non lo abbiamo fatto e non lo faremo perché non fa parte del nostro stile.Assicuriamo l’autore della nota e gli altri cittadini di Ostia che noi,anche se in maniera non appariscente,abbiamo seguito e seguiamo sempre le situazioni nei territori,soprattutto in quelli presi di mira dai mafiosi e dove ci sono connivenze anche con parti della politica e delle istituzioni.Certo,va tenuto conto del fatto che la specificità del nostro lavoro richiede un’informazione costante ed a monte perché é facile delegare tutto il peso delle indagini alle sole forze dell’ordine e,poi,intervenire a posteriori.Non é così perché un cittadino ed un’associazione antimafia seri DEBBONO aiutare forze dell’ordine e magistratura segnalando,denunciando,a priori,prima e non dopo.Noi dell’Associazione Caponnetto facciamo così e se non abbiamo persone di fiducia sul territorio che ci aiutino a scoprire i mafiosi non siamo in grado di intervenire con efficacia.Ci ridurremmo, come tanti ,ad intervenire solo dopo ,quando tutto é fatto.E ciò per noi non é assolutamente serio.Comunque- ripetiamo –non stiamo affatto trascurando Ostia.L’occasione ci é utile per rivolgere all’autore della nota ed a tutti i cittadini perbene di Ostia e di tutto il litorale a sud di Roma un invito a creare un caposaldo dell’Ass.Caponnetto sul posto che sia in grado di recepire ogni notizia utile da girare,poi,ai soggetti istituzionali competenti

La mafia è nelle Istituzioni già dai tempi del Divo Giulio. Qui ad Ostia
è recentemente accaduto che un ex poliziotto infedele e corrotto insieme
ad altri squallidi personaggi della destra fasciopiduista del X Municipio
si sono presentati ad un’assemblea pubblica accusando altri di collusione
con la mafia. La Magistratura ha effettuato diverse intercettazioni telefoniche
da cui è emerso anche il rapporto “spurio” tra politici e mafiosi.
Nel luglio scorso sono stati impegnati circa 500 agenti che hanno effettuato
numerosi arresti, in tempi recenti altri blitz ordinati dai Magistrati sono
avvenuti nelle sedi dell’Amministrazione municipale. Su tutto ciò è caduto,
inspiegabilemente il silenzio. La vostra valente Associazione potrebbe
interessarsi a questi fatti eclatanti, riportati da tutta la stampa ed i mass media
incluso le TV nazionali e regionali.
Cordiali saluti.

Leggi l’articolo del corriere della calabria QUI

Leggi l’articolo di TGCOM 24 QUI

 

Archivi