Riceviamo e pubblichiamo una nota pervenutaci dal Testimone di Giustizia Gennaro Ciliberto:

“Elezioni è cosa nostra …

A pochi giorni dal voto  si respira un aria pesante.Il  territorio  Napoletano  –   già martoriato da una guerra di camorra che da anni non si risparmia un maledetto primato,un morto al giorno e  nell’ultimo mese nelle zone di Napoli nord e Soccavo c’è la mattanza,una cadenza di omicidi – é devastato dalla violenza criminale sempre più spietata e spavalda.
La Camorra non perdona ed è questo il messaggio criminale che il popolo recepisce.
Il voto a Napoli è cosa nostra ……questa è la frase della camorra,quella camorra che viene finanziata dal sistema corruzione,e collusioni eccellenti,il sistema sporco  fatto di appalti truccati.
A Napoli c’è il business Bagnoli  e  la camorra già ha fatto i suoi conti, certamente una “polpetta” che fa gola ai clan e non solo …..
Ora il sistema sta puntando sul  “cavallo vincente”  e  si impegna a farlo vincere “facile” ; é  come un investimento a breve termine .
Se la Commissione Antimafia ha fatto un ottimo lavoro di analisi nella individuazione dei cosiddetti impresentabili ora tocca alla società civile non accettare condizionamenti e imposizioni su chi votare.La camorra userà anche un  volto pulito,un insospettabile,una persona lontana da ogni sospetto.Il contrario probabilmente verrà scoperto fra qualche anno purtroppo a reato consumato e solo perché interverrà la Magistratura.
Stessa prassi ormai collaudata da anni.
Poi c’è l’intimidazione a chi da uomo o donna onesti vorrebbe impegnarsi  per una buona politica e a fare chiarezza su questioni oscure…. A questi pochi onesti la camorra lancia i messaggi….Auto incendiate,minacce dirette o addirittura pestaggi.
Questo è il voto in una città preda della mentalità criminale della camorra.
Oppressa da una cappa criminale che avvolge una intera città,dalle zone popolari sino ai “salotti” buoni ….
Qualcuno ora dirà cosa dobbiamo fare?
Gli rispondo:cosa dovevamo fare !!!!
Anni e anni di suddidanza alla cattiva politica,anni di indifferenza,ci hanno portato a questo risultato,ognuno occupato a curare il suo piccolo orto incurante del bene comune.
Napoli,forza Napoli……
Questo è lo slogan di molti ipocriti che bendati dal “prosciutto sugli occhi” fanno finta di non vedere.
O mare ,a pizza o mandolino…..!!!!!!!!!!
Questa è la storiella di Napoli milionaria…..la verità è un’altra ma non conviene dirla e in special modo in campagna elettorale.
I Voti della camorra fanno schifo….. questa frase nessuno candidato l’ha pronunciata e chiediamoci  il perché
Cosa bisogna fare allora?
Bisogna vivere rispettando le regole,vivere onestamente e non chiedere alla camorra o ad una politica collusa  piaceri o complicità perché allora si è tutti collusi.
Bisogna decidere da che parte stare.
Gennaro Ciliberto

Testimone di Giustizia
contro la camorra spa “

Archivi