Riceviamo e pubblichiamo da un TESTIMONE DI GIUSTIZIA questa lettera nella quale vengono messe in luce le condizioni drammatiche nelle quali sono costretti a vivere questi cittadini eroici che hanno messo a repentaglio la propria vita e quella dei loro cari per denunciare i mafiosi.Le colpe di uno Stato che si comporta da Giano bifronte il quale,mentre da una parte a chiacchiere dichiara di combattere le mafie,in sostanza le agevola .I risultati sono sotto gli occhi di tutti .Un “ sistema protezione centrale “ che fa acqua da tutte le parti ,Testimoni senza copertura, fondi ecc…………………

Ti potrebbe anche interessare...