.Reimpiego di capitali illeciti aggravato dal metodo mafioso: Cosentino condannato a 5 anni

Il Mattino, Venerdì 21 Aprile 2017

Reimpiego di capitali illeciti aggravato dal metodo mafioso: Cosentino condannato a 5 anni

di Mena Grimaldi

Nicola Cosentino è  stato condannato a 5 anni di reclusione nell’ambito del processo «Il principe e la scheda ballerina». Il collegio presieduto dal giudice Orazio Rossi ha ritenuto colpevole l’ex sottosegretario per il reimpiego di capitali illeciti aggravata dall’articolo 7. E’ caduta invece l’accusa di corruzione. L’ex parlamentare del Pdl era accusato di essersi interessato ad un finanziamento per la costruzione di un centro commerciale, mai edificato, che volevano gli esponenti del clan dei casalesi.
Nello stesso processo compaiono numerosi altri imputati.

Archivi