Regione Lazio parte civile contro l’organizzazione criminale del clan di Agazio Gallace

Latina, 12 gennaio 2006

COMUNICATO STAMPA

La Giunta Regionale del Lazio, su proposta del suo Presidente Piero Marrazzo, accogliendo la richiesta dell’Associazione Regionale per la lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto” e di altri organismi, ha deciso di costituirsi parte civile nei processi promossi dal Tribunale di Roma contro l’organizzazione criminale del clan di Agazio Gallace che vede coinvolte altre 48 persone, accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso per fatti commessi nei territori di Anzio e Nettuno, oltreché nel procedimento contro Roberto Pergola ed altri 8 imputati accusati degli stessi reati, che hanno avuto come teatro il territorio di Ostia.

La decisione della Giunta fa seguito anche alle proposte fatte in tal senso dal Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia Luigi De Ficchy, dalla Presidentessa della Commissione regionale per la lotta contro la criminalità Luisa Laurelli e dal Presidente dell’Osservatorio Tecnico Scientifico sulla Sicurezza Enzo Ciconte.

Il Presidente Marrazzo ha commentato: “E’ un atto che ha la finalità principale di non far sentire soli i cittadini nei confronti delle organizzazioni malavitose che condizionano il vivere civile. Così credo che si difenda in modo serio la sicurezza dei cittadini e la stessa agibilità democratica di comuni e quartieri di questa regione”.

Ringraziamo il Presidente Marrazzo per questa importante decisione e ci auguriamo che la Regione voglia anche per l’avvenire costituirsi parte civile in tutti i procedimenti che vedono i cittadini vittime di violenze, abusi e reati connessi da parte dei soggetti della malavita organizzata e comune.

IL SEGRETARIO

Dr. Elvio Di Cesare

Archivi