REGIONE LAZIO – Approvato Bilancio 2010-12, una manovra da quasi 26 miliardi. Stanziati fondi contro usura e mafie

Il Consiglio regionale del Lazio ha dato il via libera al Bilancio di previsione 2010-12. Il documento, realizzato e presentato dalla Giunta in ordinaria amministrazione, persegue gli obiettivi del normale funzionamento dell’Amministrazione regionale e la prosecuzione del programma anti-crisi avviato dalla Finanziaria 2009. Si tratta di un bilancio da circa 26 miliardi di euro che si articola in documento di otto articoli. Il Bilancio 2010-12, nonostante il suo carattere transitorio, conferma gran parte degli stanziamenti destinati alle misure anti-crisi promosse nello scorso Bilancio di previsione e nell’assestamento di Bilancio 2009. In particolare, sono confermati tutti gli interventi a sostegno di persone e famiglie in difficoltà. A partire dal reddito minimo garantito, cui sono destinati 60 milioni di euro l’anno, una cifra che consentirà di sostenere circa 12mila cittadini con un reddito al di sotto di 8mila euro annui; sono confermati, inoltre, gli stanziamenti relativi al Fondo di rotazione delle imprese (60 milioni di euro l’anno) finalizzati alla ripresa economica del Lazio e del suo tessuto produttivo. Sul fronte della spesa corrente, si garantiscono i diritti soggettivi fondamentali, come quelli riguardanti la sanità, il sociale, la mobilità, il diritto alla casa, anche attraverso il mantenimento degli interventi prioritari in corso, come quelli per il trasporto pubblico gratuito per i giovani al di sotto dei 25 anni, e in sostegno della legge sulla casa. Confermati, inoltre, tutti gli stanziamenti destinati alla lotta all’usura e all’utilizzo dei beni confiscati alla mafia. In controtendenza rispetto al Governo, invece, aumentano di 2 milioni di euro le risorse destinate alle comunità montane. Aumentano anche (+2 milioni di euro) le risorse per la legge sulla disabilità.”E’ un bilancio che conferma e rafforza le iniziative anti-crisi messe in campo dalla Giunta in questi anni. Il Bilancio 2010-12 si caratterizza, infatti, come un documento prevalentemente tecnico e sobrio, ma sempre mirato a contrastare efficacemente la crisi economica – spiega l’assessore al Bilancio della Regione Lazio Luigi Nieri – arriviamo a fine legislatura portando a compimento il disegno di una regione solidale, attenta ai diritti delle persone, all’ambiente, al lavoro e allo sviluppo locale. E’ assolutamente apprezzabile, inoltre, il comportamento responsabile dell’Udc con cui, oggi, ci si è ritrovati attorno a proposte ragionevoli, come quella a sostegno delle famiglie, in questo momento di crisi economica – è quanto dichiara l’assessore al Bilancio della Regione Lazio Luigi Nieri. “In questo modo – ha concluso l’assessore Nieri – possiamo continuare il nostro lavoro, finalizzato a dare garanzie e diritti soggettivi ai cittadini del Lazio. Un lavoro che portiamo avanti con tenacia da anni. Il sostegno alle famiglie è un punto di totale convergenza”.Il Bilancio prevede, tra le altre cose, la copertura del disavanzo sanitario 2008 e 2009, attraverso una rimodulazione delle risorse disponibili, e la copertura di ulteriori 250 milioni di euro di disavanzo 2009.

(Tratto da Ultimissime.net)

Archivi