Rai Per Una Notte. Per una nuova Resistenza

Come tutti voi saprete, a seguito della decisione della Commissione di Vigilanza RAI, i programmi di approfondimento come Annozero e Ballarò sono stati letteralmente censurati per la “par condicio” (peccato che sulle tv private, di proprietà di Berlusconi, si parli ancora tranquillamente di politica).
Per questo motivo, la FNSI e USIGRAI hanno deciso di organizzare “Rai per una notte“, ovvero una manifestazione che andrà in onda sul web giovedì 25 Marzo alle ore 21.00, dal Paladozza di Bologna.
Per questo evento Michele Santoro ha lanciato un appello alla rete, e io ho deciso di dargli spazio sul mio blog, per difendere la libertà d’informazione e la speranza di una nuova vera democrazia:

Cari amici,
Per realizzare la manifestazione – trasmissione di Giovedì 25 Marzo dal Paladozza di Bologna, giornalisti, cameraman, elettricisti e operai lavoreranno gratis.
Il volontariato, tuttavia, non basterà a coprire i costi necessari alla realizzazione dell’evento.
Vi chiedo perciò di contribuire donando 2 euro e 50 ciascuno e mi auguro che siate più di cinquantamila ad aiutarci a realizzare la nostra iniziativa.
Raggiungere questo obiettivo sarà la prima importante risposta alla censura. Fate dunque girare questo appello tra i vostri amici e ringraziateli da parte mia per il loro aiuto.

Per tutte le info sulla manifestazione e per effettuare la donazione, collegatevi al sito RaiPerUnaNotte.It

Spero anch’io, come Michele, che saremo in tanti: io e il mio staff abbiamo dato il nostro contributo! E’ arrivato il momento di dimostrare che non tutti i cittadini sono disposti ad abbassare la testa, e non tutti i giornalisti si lasciano imbavagliare da un Governo antidemocratico e illiberale.

Tutti insieme verso una Nuova Resistenza!

(Tratto da soniaalfano.it)

Archivi