Racket a imprenditore napoletano: cinque arresti eseguiti dall’Antimafia.

A NAPOLI ,NEL NAPOLETANO ED IN CAMPANIA SITUAZIONE SEMPRE PIU’ INCANDESCENTE E FUORI CONTROLLO .IL GOVERNO,LA REGIONE  ED IL COMUNE SI MUOVANO SUBITO.AD HORAS.CON UN PIANO STRAORDINARIO CHE PREVEDA MASSICCI FINANZIAMENTI PER L’OCCUPAZIONE E LA SCUOLA MA CON MECCANISMI RIGOROSISSIMI CHE  IMPEDISCANO CHE I SOLDI VADANO A FINIRE,COME AL SOLITO, NELLE MANI DI CORROTTI E CAMORRISTI.LAVORO,LAVORO ,LAVORO , CON  L’INTENSIFICAZIONE DELL’AZIONE  REPRESSIVA ED IL RAFFORZAMENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE

Il Mattino, Lunedì 29 Maggio 2017

Racket a imprenditore napoletano: cinque arresti eseguiti dall’Antimafia

I carabinieri della stazione di Marigliano hanno dato esecuzione a un’ordinanza emessa dalla Dda di Napoli nei confronti di quattro persone, tutte ritenute contigue al gruppo camorristico Capasso-Castaldo e ritenute responsabili di estorsione aggravata da finalità mafiose in concorso. Al centro dell’inchiesta diversi episodi di estorsione commessi ai danni di un imprenditore di Marigliano, nel Napoletano.

Dopo le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti al centro penitenziario di Secondigliano. I carabinieri hanno tratto in arresto anche una quinta persona ritenuta responsabile di estorsione aggravata da finalità mafiose commessa ai danni dello stesso imprenditore: è un 28enne di Brusciano.

Archivi