Questione morale. Fra gli eletti consiglieri comunali a Terracina ci sono taluni che sono a giudizio per alcuni reati

SI FA UN GRAN PARLARE DI… ”CODICE ETICO”, MA CHI TI SENTE? E L’IMMAGINE DELLA POLITICA CADE SEMPRE PIU’ GIU’ AGLI OCCHI DEI CITTADINI PENSANTI!

Sempre più in giù, in provincia di Latina.

Spulciando gli elenchi dei candidati e degli eletti di Terracina, in provincia di Latina, si trovano i nominativi di taluni che stanno a giudizio per reati anche gravi.

Nulla da eccepire sul piano sostanziale perché con un sistema giudiziario che prevede la presunzione di innocenza nulla si potrebbe imputare alle persone interessate.

Però.

C’è un però che riguarda la sospensione di ufficio di coloro che eventualmente dovessero essere condannati.

Non è fondata, al riguardo, l’interpretazione di qualcuno che sostiene l’applicabilità di tale misura solamente a sentenza definitiva, in terzo grado cioè, in quanto, secondo i “ re del diritto”, la sospensione deve essere decretata già alla prima istanza.

Nel qual caso, il consesso si troverebbe monco per la decadenza appunto di qualcuno degli attuali indagati trasformatisi eventualmente in condannati..

C’è, poi, una questione di natura morale che è più rilevante di quella penale.

Non è detto, infatti, che anche chi dovesse essere prosciolto o assolto sul piano penale per mancanza di prove, meriti un’assoluzione anche su quello morale.

Non la si vuole finire!!!

Archivi