Queste persone debbono finirla a Latina di fare i violenti ed i prepotenti!

Latina, arrestati dalla Polizia dopo una violenta aggressione.
Nella prima metà del mese di settembre in via NEGHELLI, si è consumata una spedizione punitiva in piena regola ai danni di un ragazzo ventenne da parte di 5 giovani appartenenti alle famiglie CIARELLI-DI SILVIO.
“Tu non sai chi siamo noi!!! Devi portà rispetto!!!” queste sono state le ultime parole rivolte in tono arrogante e minaccioso da uno dei cinque aggressori alla giovane vittima prima di essere aggredito alle spalle mentre tentava di allontanarsi con un suo amico.
L’episodio origine dell’aggressione risale a qualche giorno prima quando D. E. all’atto di scendere dalla propria autovettura è stato avvicinato dal gruppetto, che, con in mano una torcia laser lo infastidiva puntandogliela negli occhi. Un breve scambio di battute e poi il giovane si allontanava. Il giorno dopo D. E. incontrato uno dei cinque e approfittando del fatto che fosse solo gli chiedeva spiegazioni. Ma la vicenda non finisce qui.
La sera dopo il ragazzo viene di nuovo avvicinato dalla banda e aggredito prima con colpi di mazza da basball alle spalle e poi con calci e pugni. Solo la prontezza di spirito dell’amico presente che inizia a chiedere aiuto dicendo di aver chiamato la Polizia induce i cinque a scappare.
La giovane vittima nonostante lo spavento ed il trauma cranico con 7 punti di sutura in testa, trova il coraggio il giorno seguente di venire negli uffici di polizia per denunciare i suoi aggressori.
Le serrate indagini condotte dalla squadra mobile hanno consentito di individuare in brevissimo tempo i giovanissimo autori dell’aggressione per i quali l’Autorità giudiziaria ha emesso tre misure cautelari coercitive eseguite all’alba di oggi dalla Squadra Mobile della Questura di Latina. Gli autori minorenni saranno giudicati dal Tribunale dei Minori di Roma.

Archivi