Quando si lotta contro le mafie, ci si trova sempre isolati

Si dimette il sindaco di Castel Volturno: «Basta, sono solo contro la camorra»

Il sindaco di Castel Volturno, Francesco Nuzzo, si è dimesso poco fa nelle mani del segretario generale del Comune.

Le «dimissioni sono irrevocabili – ha detto il sindaco – e non penso di continuare l’attività politica». Il primo cittadino parla di «ricatti e litigi continui» nella maggioranza di centrosinistra, costituita da Pd e due liste civiche, che lo sostenevano, e di, «solitudine» di fronte ai rischi patiti nella lotta alla camorra. «Alla vigilia dell’approvazione di tre fondamentali provvedimenti, il piano urbanistico territoriale, il piano per il commercio, ed il piano spiaggia che la città attende da decenni mi vengono a chiedere posti per figli, mogli e mariti».

«Sono profondamente amareggiato – aggiunge il sindaco – adesso la camorra potrà stappare bottiglie di champagne». Francesco Nuzzo, magistrato, pm in servizio alla procura di Brescia, annuncia un libro-dossier. «Sarà un atto d’accusa», aggiunge. Francesco Nuzzo era stato eletto nell’aprile 2005 alla testa di una maggioranza composta da Ds, Margherita e due liste civiche.

(Tratto da Il Messaggero)

Archivi