Quando diciamo che é nelle Prefetture che bisogna fare pulizia se si vuole cominciare a fare una seria lotta alle mafie.I migliori servitori dello Stato messi da parte se toccano i clan.Il “caso” del responsabile dell’Ufficio “Studi” dell’Associazione Caponnetto,un curriculum di tutto rispetto,qualità e grado di altissimo livello,spostato dall’ufficio ispettivo antimafia a quello delle “gare e contratti”.Comportamenti dei Prefetti,questi,deplorevoli che fanno sospettare che questo stato NON voglia fare la guerra alle mafie e che,anzi,le voglia favorire neutralizzando le migliori energie di cui esso potrebbe disporre.VERGOGNA.Lo abbiamo annunciato che l’Associazione Caponnetto avrebbe incentrato gran parte del suo interesse sulle Prefetture e sulle strutture dello Stato per scovare le aree grigie e lo stiamo facendo sempre con maggiore impegno perché é proprio nella politica e nelle istituzioni che alloggiano i mafiosi più insidiosi,quelli più pericolosi.Invitiamo gli amici di tutta Italia a segnalarci tutti i casi di omissioni,carenze,collusioni che possano costituire materia di sospetto di contiguità e di altro con le organizzazioni criminali da parte di uomini e donne delle Prefetture e di altri Uffici importanti dello Stato.

Ti potrebbe anche interessare...