QUANDO DICIAMO: “ATTENTI A CHI MANDATE NELLE SCUOLE A PARLARE DI LEGALITA’”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! MA CHI TI SENTE  ?

QUANDO DICIAMO: “ATTENTI A CHI MANDATE NELLE SCUOLE A PARLARE DI LEGALITA’”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! MA CHI TI SENTE  ? ELIMINATE QUESTO ALTRO GROSSO SCANDALO,ISTITUITE UNA MATERIA  SPECIFICA NEL PROGRAMMI SCOLASTICI AFFIDANDONE L’INSEGNAMENTO A PERSONALE DOCENTE INTERNO DOPO AVERLO SPECIALIZZATO.

 

Lo psichiatra a processo per associazione segreta aggravata dalle modalità mafiose all’Istituto “Panella-Vallauri” di Reggio Calabria per parlare di legalità

di Claudio Cordova – L’Istituto “Panella-Vallauri” di Reggio Calabria, retto dall’assessore comunale Anna Nucera, ne ha combinata un’altra. Non hanno nemmeno fatto in tempo a spegnersi le polemiche per la lezione tenuta dal sindaco sospeso di Riace, Mimmo Lucano, che un nuovo “scivolone” coinvolge l’istituto: lo scorso 11 gennaio, a parlare di legalità, è infatti comparso il neuropsichiatra Rocco Zoccali, attualmente imputato nel processo “Gotha” con l’accusa di far parte dell’associazione segreta che avrebbe avuto a capo l’avvocato ed ex parlamentare Paolo Romeo, considerato elemento di vertice della masso-‘ndrangheta reggina.

Un comunicato diffuso dall’istituto, infatti, informa della “Conferenza sui temi della Legalità, dei diritti e tutela dei minori con il Giudice Roberto Di Bella, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Reggio Calabria ed il Prof. Rocco Zoccali, Neurologo, Ordinario di Psichiatria presso l’Università degli Studi di Messina”.

Negli scorsi giorni, la dirigente Nucera è stata al centro delle polemiche per aver ospitato l’intervento di Lucano, attualmente indagato per una serie di reati, tra cui l’associazione per delinquere e il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, nell’ambito della propria amministrazione a Riace, divenuto luogo simbolo dell’accoglienza e dell’integrazione. Anche a causa delle affermazioni di Lucano sul ministro degli Interni, Matteo Salvini, sull’assessore-dirigente Nucera si sono scatenate le fazioni: da un lato, l’attacco del centrodestra, con i consiglieri comunali che hanno anche convocato e tenuto una conferenza stampa chiedendo le dimissioni, dall’altro, la difesa del mondo di centrosinistra, compatto sull’assessore della Giunta Falcomatà e sul proprio idolo Lucano.

Ma se Lucano, al netto dell’indagine cui è sottoposto, su cui i “compagni” giustizialisti a convenienza dovrebbero avere rispetto, incarna comunque alcuni valori positivi, come quelli della fratellanza, la situazione sembra essere diversa nei confronti del professor Zoccali, legato da lunga amicizia con Romeo e che è attualmente imputato per associazione segreta aggravata dalle modalità mafiose: quella cupola segreta della ‘ndrangheta che, come recita il capo di imputazione predisposto dalla Dda di Reggio Calabria, avrebbe posto “in essere attività dirette a interferire sull’esercizio delle funzioni di amministrazioni pubbliche locali […] influenzandone scelte ed indirizzi anche mediante le iniziative […] che consentivano a Romeo ed al relativo tessuto relazionale e coacervo di interessi di cui egli è portatore, di restare baricentrico nella vita politica e nelle relazioni con i membri elettivi degli organi rappresentativi, ma anche con dirigenti e funzionari, indirizzandone le determinazioni in maniera osmotica agli interessi e alle strategie della ‘ndrangheta reggina”.

Circostanza difficile da ignorare, dato che dell’inchiesta “Gotha” hanno parlato tutti gli organi di stampa. Eppure la dirigente scolastica Anna Nucera ha ringraziato “il Dottor Di Bella per la sua umanità tesa a salvare molti dei nostri ragazzi ed il Prof. Zoccali per il suo contributo scientifico”. Una “svista” che, quando ci sono gli studenti di mezzo, è inammissibile. E da imputato per un reato aggravato dall’aver agevolato la ‘ndrangheta, il prof. Zoccali è stato invitato, anche alla presenza di un magistrato, a parlare di ‘ndrangheta, sotto il profilo scientifico.

Tra gli organizzatori e i partecipanti, evidentemente, nessuno era a conoscenza della vicenda giudiziaria in cui è attualmente coinvolto il prof. Zoccali, né lo stesso neuropsichiatra ha sentito la necessità di astenersi, per ragioni di opportunità.

E chissà che il centrodestra reggino, così solerte a schierarsi contro la scelta Lucano, avrà adesso la stessa schiena dritta per la partecipazione di uno stimato docente universitario, ma attualmente imputato in un procedimento sulla masso-‘ndrangheta….

 

 

12 gennaio 2019


Fonte:www.ildispaccio.it

 

 

Archivi