Quale uso si sta facendo a Gaeta dei 21 beni, fra terreni ed abitazioni, confiscati alla camorra?

Che fine hanno fatto i 21 beni confiscati alla mafia a Gaeta?

La Città del Golfo ha in provincia di Latina il più alto numero di proprietà confiscate alla camorra a dimostrazione dell’altissimo livello di penetrazione da parte delle organizzazioni criminali nel suo tessuto economico e, probabilmente, anche politico.

Non si sa che uso si stia facendo di tali beni.

Qualcuno parla di un tentativo di impossessamento di un terreno nella zona di Monte Lombone da parte di un privato che lo starebbe utilizzando come parcheggio.

Non sappiamo se tale voce sia fondata o meno e, pertanto, invitiamo la Guardia di Finanza ed i vigili urbani a fare le opportune verifiche.

Non sappiamo nemmeno se tutti i beni, acquisiti alla proprietà del Comune, siano stati messi a frutto o se, al contrario, come sospettiamo, siano rimasti in uno stato di assoluto abbandono e non utilizzati a fini sociali.

Ciò sarebbe estremamente grave in quanto rappresenterebbe un cattivo segnale di mancanza di volontà da parte degli amministratori della cosa pubblica di mettere a frutto per il bene di tutta la collettività i beni sottratti ai mafiosi.

Chiediamo, pertanto, alla Procura della Repubblica di Latina ed alle forze dell’ordine di disporre una severa indagine e restiamo in attesa di chiarimenti.

Archivi