Qua a Melito comandiamo noi”, 5 degli Amato-Pagano in manette per rapina e minacce

Qua a Melito comandiamo noi”, 5 degli Amato-Pagano in manette per rapina e minacce

Di Antonio Mangione

23 Novembre 2021

Picchiato, rapinato, minacciato e costretto ad andare via da Melito dai ras degli Amato Pagano. I fatti risalgono al giugno 2021, le indagini sono partite dalla violenta rapina di un’autovettura. Azione finalizzata a riaffermare la forza di intimidazione ed il ferreo controllo del territorio da parte del clan Amato-Pagano, storicamente egemone, tra gli altri, nel comune di Melito di Napoli, nei confronti di un soggetto.

In manette sono finiti Eduardo Napoletano, Francesco Siviero, Antonio de Stefano, Giuseppe Siviero e Luigi Ferro. Le indagini, coordinate dalla DDA, ed eseguite dai carabinieri della Compagnia di Marano, hanno portato all’arresto di 5 soggetti accusati di rapina e porto e detenzione abusivo di armi (solo per uno degli indagati). Oltre che minaccia e violenza privata, tutti delitti aggravati dal metodo mafioso.

Sono accusati di aver aggredito una persona solo perchè si trovava a Melito, suo paese natìo. Da qui si era allontanata alcuni anni fa perché legata ad un esponente del clan. Anche lui, a sua volta, allontanatosi dal territorio in seguito a contrasti interni insorti nell’ambito clan Amato-Pagano.

Per Napoletano Eduardo, difeso dall’avvocato Celestino Gentile, e per Siviero Francesco difeso dall’avvocato Alessandro Caserta,  sono stati già fissati due interrogatori al carcere di Secondigliano. L’ultimo che era irreperibile, De Stefano Antonio, molto vicino a Domenico Amato Junior, (difeso da Alessandro Caserta) si è consegnato  presso il carcere di Secondigliano.

Fonte:https://internapoli.it/qua-a-melito-comandiamo-noi-5-degli-amato-pagano-in-manette-per-rapina-e-minacce/

Archivi