Prosegue l’attacco di Berlusconi ai magistrati

Giustizia, i magistrati all’attacco: “La prescrizione viola la Costituzione”

Il sindacato delle toghe contro le misure introdotte dal governo. «Ampliare la responsabilità civile è una mossa irragionevole, leggi piegate ad interessi particolari»

ROMA – «La differenziazione del regime di prescrizione del reato in ragione della personalità dell’imputato appare palesemente in contrasto con i principi costituzionali di eguaglianza e di ragionevolezza». Il sindacato delle toghe scende in campo contro la riforma della Giustizia, un piano- così i vertici dell’Anm- che offende «tutti i cittadini onesti di tutto il Paese». Nel mirino ci sono soprattutto la prescrizione breve e l’ampliamento della responsabilità civile dei magistrati, una mossa «irragionevole e sbagliata». Nella nota, firmata da Palamara, Cascini e Ardituro, un affondo durissimo contro il governo: «Non era mai successo che l’attività legislativa venisse piegata in maniera così esplicita a interessi particolari».

(Tratto da La Stampa)

Archivi