Promesse,impegni,assicurazioni,ma la situazione in Molise non cambia ed anzi peggiora

 

 

 

 

Associazione Caponnetto

 

“Basso Molise in balia di scorribande di criminali pugliesi”

di Emanuele Bracone – 09 settembre 2017 – 17:01

PETACCIATO. Grande attenzione da parte dell’associazione Caponnetto a quanto accade sul territorio del Basso Molise. Dopo l’ennesimo atto criminale compiuto nella notte scorsa, arriva la nota di commento e sgomento dei responsabili di Abruzzo e Molise dell’associazione Antimafia, Romano De Luca e Roberto D’Aloisio.

“Dopo l’ennesimo assalto avvenuto con uso di esplosivo a istituti di Credito del Basso Molise e precisamente a Petacciato, in pieno centro abitato, con gravi pregiudizi per l’incolumità pubblica, l’Associazione Caponnetto lancia di nuovo l’allarme criminalità. Certamente non osserviamo inversioni di tendenza nell’opera di contrasto del grave fenomeno malavitoso rispetto al recente passato, che sta interessando sempre più spesso il territorio molisano. Tale fenomenologia criminale, di probabile origine pugliese, continua ad agire indisturbata nel territorio molisano, nonostante i proclami di tolleranza zero fatti dal ministro Minniti, poco tempo addietro nella Prefettura di Foggia, a seguito dei gravi fatti delittuosi avvenuti nel Gargano. Tra mafia foggiana e quella albanese dedita al traffico di droga restiamo in piena emergenza criminalità specialmente nella fascia costiera molisana.

L’ultimo allarme criminalità lanciato alle Autorità da questa  Associazione risale appena al marzo scorso, ivi compreso la Commissione Antimafia, nulla è cambiato e la popolazione resta preoccupata”.

Archivi