Processo breve, nessun passo indietro. Ecco la legge ad personam. Povera Giustizia uguale per tutti!

Il 15 marzo è il giorno della verità per il processo breve. Dopo le promesse del ministro della Giustizia, Angelino Alfano, di cancellare la norma transitoria che riguarda i processi in corso dalla proposta in esame, che sono rimaste disattese, si attende il testo definitivo.
Allo scadere del termine per la presentazione degli emendamenti al progetto di legge, nessuna proposta in questo senso è stata presentata ufficialmente dal gruppo. L’opposizione attacca. «Il relatore e il governo» ha precisato il capogruppo del Pdl in commissione Giustizia della Camera, Enrico Costa, «possono presentare emendamenti in qualsiasi momento».
Il relatore Maurizio Paniz ha annunciato che lo farà nella giornata di martedì.

(Tratto da Lettera 43)

Archivi