Processo ”Breakfast”, si chiude l’istruttoria

Dal 14 ottobre il pm Giuseppe Lombardo inizierà la requisitoria

di Aaron Pettinari

Con l’udienza di ieri e l’acquisizione degli ultimi documenti presentati dalle difese degli imputati e solo una parte della documentazione che aveva chiesto di acquisire alla scorsa udienza il procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, si è conclusa la fase istruttoria del processo “Breakfast”, l’inchiesta della Dda che ha fatto luce sul progetto di fuga all’estero di Amedeo Matacena, condannato in via definitiva a tre anni per concorso esterno in associazione mafiosa, per sottrarsi all’arresto. Imputati sono l’ex ministro degli Interni Claudio Scajola, oggi sindaco di Imperia, l’ex moglie di Amedeo Matacena la signora Chiara Rizzo, Martino Politi e Mariagrazia Fiordelisi (questi ultimi due rispettivamente dipendente e segretaria dei coniugi MatacenaRizzo).
Le accuse nei loro confronti riguardano proprio il presunto tentativo di aiutare Matacena, oggi latitante a Dubai, per continuare a rendersi latitante.
Il capo di imputazione, per Scajola e la Rizzo, però è aggravato sia dall’aver agevolato la ‘ndrangheta calabrese e anche un’associazione segreta.
Il Tribunale, presieduto da
Natina Pratticò, conclusa la discussione tra le parti sulle acquisizioni dei documenti, ha stabilito che a partire dalla prossima udienza, prevista per il 14 ottobre, avrà luogo la requisitoria del pm.

17 Settembre 2019

Fonte:http://www.antimafiaduemila.com

Archivi