Pressioni sul Ministro dell’Interno perché non firmi la proposta di scioglimento del Consiglio Comunale di Fondi?

Associazione Regionale del Lazio per la lotta contro le illegalità e le mafie “Antonino Caponnetto”
info@comitato-antimafia-lt.org
www.comitato-antimafia-lt.org

FONDI: PRESSIONI SUL MINISTRO MARONI PERCHE’ NON FIRMI LA PROPOSTA DI SCIOGLIMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE FATTA DAL PREFETTO DI LATINA

La partita politica che si sta giocando sul “caso Fondi” è di una portata eccezionale. Tale partita è tutta interna alla destra.

Era ed è prevedibile, quindi, che, mentre da una parte c’è l’offensiva di un gruppo – quello che, a mezzo di un interrogazione parlamentare, ha sferrato un duro attacco al modo di fare politica degli attuali dirigenti pontini di quello schieramento politico – dall’altra ci sia una forte resistenza da parte di questi ultimi.

In questo caso c’è il sospetto che non valgano per gli attuali governanti centrali le ragioni della legalità e della difesa dall’invasione della criminalità organizzata.

Il fatto che il territorio sia in mano a gruppi sospettati di collegamenti con la criminalità organizzata e che ci siano probabili collegamenti fra questa e pezzi della politica non sembra che sia determinante ai fini di un giudizio complessivo sull’operato di taluni.

Abbiamo il fondato sospetto che, quindi, si stia facendo il massimo possibile di pressioni sul Ministro dell’Interno perché non firmi la proposta di scioglimento del consiglio comunale di quella città avanzata dal Prefetto di Latina.

Ci auguriamo di sbagliare, perché, nel caso contrario, sarebbe un segnale mortale in ordine alla reale volontà del governo centrale di voler ripristinare la legalità su questo territorio e, più in generale, nel Paese.

LA SEGRETERIA

Archivi