Presentazione sito UNADIR

Cari colleghi,

è con soddisfazione che presento il sito dell’UNADIR 
(http://www.unadirministerointerno.it) realizzato grazie ai crescenti 
consensi ottenuti che inducono a perseguire, con rinnovato entusiasmo, l’obiettivo 
di raggiungere a breve la rappresentatività, per dare voce a quanti di noi 
non si sentono adeguatamente rappresentati, soprattutto in una fase 
decisiva per le sorti del nostro Paese.

Come noto,  l’UNADIR ha percorso, sin dalla fondazione,  la strada del 
rispetto della legalità con l’intento di ristabilire regole valide per 
tutti.

Abbiamo contestato il mancato scioglimento del Comune di Fondi, richiesto 
invano dal Prefetto di Latina e dal Ministro dell’Interno pro tempore,  ed 
ancora oggi attendiamo di essere rendicontati sul perché della grave 
omissione. Non dobbiamo tacere sulle questioni importanti, ma corre l’obbligo 
di  alzare la nostra voce nei confronti di chiunque ha posto in essere 
comportamenti irresponsabili.  Dobbiamo richiedere sempre a viva voce di 
processare quei politici che si sono opposti allo scioglimento e che, in 
virtù di un consolidato convincimento di totale  impunità, hanno 
contribuito a smantellare lo Stato di diritto;  in proposito è sufficiente 
constatare la grave deriva che si è determinata in quella provincia(LT), e 
non solo in essa.

Auspicavamo da tempo lo scioglimento del Comune di Reggio Calabria e 
abbiamo constatato con soddisfazione che il Ministro dell’Interno lo ha, 
con coraggio, disposto superando le resistenze di una certa politica.

Riappropriarsi ed esercitare a tutti i livelli l’autonomia della funzione 
prefettizia, vuol dire riscattarsi da una stagione infelice che ha visto 
sovente sacrificare ingiustamente dipendenti, funzionari e dirigenti dei 
vari ruoli della nostra Amministrazione.

E’ questo il prestigio che deve corroborare il nostro lavoro, la nuova 
linfa che deve diffondersi in tutte le arterie, nel pieno rispetto del 
ruolo di ciascuno.

Occorre riaffermare con assoluta e irremovibile fermezza l’indispensabile 
condizione di reciprocità che deve connotare il rapporto di fiducia tra 
Prefetto e Governo. Mai più l’Italia dovrà conoscere l’onta e la vergogna 
di eventi quali l’assassinio del Prefetto Dalla Chiesa, mandato a Palermo 
con una sentenza di morte, sulla base di oscure trame.

Cari colleghi diffidiamo di coloro che intralciano il nostro operato 
connotato dal rispetto della legalità, e denunciamoli quando pongono in 
essere comportamenti improntati alla  delegittimazione, procuriamoci le 
prove concrete di atteggiamenti arbitrari e spesso contraddittori, e 
segnaliamoli nelle sedi competenti.

L’UNADIR è a vostra disposizione per gli interventi del caso, e occorre 
dire che, purtroppo, continuano a pervenire lamentele da parte di colleghi 
maltrattati.

L’UNADIR continuerà ad attivarsi per tutti i casi di ingiusta 
discriminazione e di mobbing che giungeranno alla sua conoscenza, ed a 
chiedere interventi tesi a rimuovere comportamenti vessatori, per creare 
un clima lavorativo sereno e costruttivo in un’Amministrazione che 
riconosca e premi il merito.

Saranno sempre e comunque graditi validi spunti di riflessione, nell’interesse 
delle categorie rappresentate.

Auguriamoci che inizi una nuova stagione e che, con il fattivo contributo 
di ciascuno di noi, si possa riscoprire  quello spirito di corpo ormai 
dimenticato.

A voi tutti auguro buon lavoro e grazie per l’attenzione.

Roma 29 ottobre 2012

Il Segretario Nazionale dell’UNADIR
V.P. Maria Rosaria Ingenito Gargano
U.N.A.DIR. C.F. 97236880585

Prefettizi, Dirigenti ex Direttivi Contrattualizzati Ministero dell’Interno
Via Canton, 49 – 00144 ROMA Tel. +39 335.1544597 – +39 334.6903306
info@unadirministerointerno.it
http://www.unadirministerointerno.it
Archivi