Possibili collegamenti parentali o amicali di candidati alle elezioni comunali con soggetti o organizzazioni mafiose. Forze dell’ordine e cittadini perbene vigilino.

Ma c’è qualche idiota che pensa ancora che il figlio, la figlia, il nipote, la nipote, il cognato, la cognata, la parente o l’amica o l’amico di un camorrista o di un mafioso si candidino alla carica di consigliere comunale, provinciale o regionale per la gloria?
E’ ovvio che lo fanno per tutelare gli interessi del camorrista di riferimento o del clan cui questo appartiene.
L’economia che ancora è sana sta correndo il rischio di diventare, con l’elezione di questi soggetti, anch’essa un’economia criminale.
Noi abbiamo il forte sospetto che nelle liste di candidati al Comune di Formia e non solo ci possa essere qualcuno che merita una particolare attenzione.
Con i dati anagrafici storici alla mano, quindi, è opportuno che si faccia con urgenza una profonda azione di monitoraggio per individuare eventuali collegamenti parentali, o comunque amicali, con soggetti appartenenti alla camorra ed alle altre organizzazioni criminali dei vari candidati.

Archivi