Posizione della “Caponnetto” sul problema delle attività mafiose ad Ardea e in provincia di Roma

16/10/2006

COMUNICATO STAMPA

Stupiscono le affermazioni di taluni esponenti politici del centrodestra di Ardea in ordine alla posizione assunta con riferimento alla presenza ed alle attività della criminalità organizzata sul territorio di quel Comune.
Quegli esponenti politici, lamentando un mancato interessamento riguardo ad analoghe situazioni che interessano altri comuni (Pomezia, Roma, Ostia ecc. ), parlano addirittura di.. .. .. .. “accanimento” ai danni di Ardea.
Per quanto riguarda noi della “Caponnetto”, possiamo assicurare i sottoscrittori di quelle affermazioni che non siamo animati affatto da sentimenti del genere. C’é solo, almeno da parte nostra, il desiderio di dare un contributo, per niente interessato e doveroso per le finalità che ci ispirano e per il nome che ci contraddistingue, per ripristinare uno stato di leglità su un territorio devastato dll’illeglità e dal malcostume politico. Senza fare sconti a chicchessia, a destra, come a sinistra!Il
A noi non interessano le tessere che ognuno porta nella tasca. A noi interessa, al contrario, individuare e denunciare corrotti, ladri e mafiosi.
Se abbiamo dedicato finora poca attenzione ad altri Comuni, come Roma, Pomezia, Ostia e quanti altri, è solo perché non disponiamo, purtroppo di una rete organizzativa che ci consenta di investigare su tutto il territorio laziale. Ci si forniscano elementi, ma seri e concreti, che provino l’esistenza di attività mafiose e di illegalità sul territorio interessato e ci spenderemo le stesse energie che stiamo spendendo per Ardea. Per noi della Caponnetto non è una questione di colore politicogi

Dr. Elvio Di Cesare
Segretario regionale Ass. Caponnetto

Archivi