Politica e camorra a Torre Annunziata, il nipote del boss convocava gli assessori nella stanza del sindaco

Politica e camorra a Torre Annunziata, il nipote del boss convocava gli assessori nella stanza del sindaco

Metropolisweb

Tra le gare bloccate dopo l’arresto di Nunzio Ariano c’è un altro appalto sul quale incombe l’ombra dei presunti intrecci tra camorra e politica. E’ il bando da 5,6 milioni di euro per i parcheggi a pagamento. Nel novembre del 2020 la gara è stata vinta dalla “Dimpark srl”. Successivamente, però, è venuto fuori che la ditta non aveva i requisiti di legge. A gennaio dello stesso anno, con una delibera di giunta a firma, tra gli altri, dell’ex assessore Gioacchino Langella, quel servizio era stato affidato alla ditta Nu, la Prima Vera, azienda comunale nella quale lavora Salvatore Onda. Una decisione capace di suscitare molte polemiche in città, con tanto di ricorso al Tar di alcune associazioni per bloccare il provvedimento. Il 7 luglio del 2020 si tiene un consiglio comunale nel quale si discute delle strisce blu. Salvatore Onda è in Comune e «convoca», scrivono i pm dell’Antimafia, l’ex assessore Luigi Ammendola nella stanza del sindaco, Vincenzo Ascione. Che Onda avesse interessi nel settore dei parcheggi lo si evince – stando alla ricostruzione della Dda – anche dalla sua attiva partecipazione al dibattito per la nuova area di sosta di via Zampa. Progetto al centro di grandi discussioni in consiglio comunale. Atto poi ritirato dalla giunta dopo l’arresto di Ariano. Le polemiche erano incentrate, in particolare, sul fatto che l’opposizione riteneva illegittimo il pagamento di un indennizzo ai proprietari di quell’area già formalmente acquisita dal Comune. Un affare sul quale – sostengono gli inquirenti – avevano interessi sia Luigi Ammendola che Nunzio Ariano, oltre che Salvatore Onda. E sarebbe proprio Salvatore Onda a indicare ad Ammendola, in alcune intercettazioni, «come muoversi» nei rapporti con i consiglieri comunali.

Fonte: https://www.metropolisweb.it/2022/02/12/politica-camorra-torre-annunziata-nipote-del-boss-convocava-gli-assessori-nella-stanza-del-sindaco/

Archivi