Pignatone: “Abbiamo dimostrato che non esistono santuari inviolabili”. Procuratore, abbiamo fiducia in lei ed auspichiamo che anche a Roma e nel Lazio la sua presenza serva a far ripristinare un clima di legalità e di vivibilità civile e democratica. Finora troppi silenzi e troppe distrazioni di fronte all’avanzata del malaffare e delle mafie. Ora aspettiamo da lei una spinta anche nei confronti degli altri presidi dello Stato che si sono mostrati, purtroppo, troppo deboli e troppo timidi.

Articolo tratto da la repubblica – leggi l’articolo

Archivi