Pesantissime accuse dei Verdi nella campagna elettorale di Portici (Napoli).Invitiamo la Prefettura,la Procura delle Repubblica e le forze dell’ordine di Napoli a verificarne la fondatezza o meno

Comizi dei Verdi a Somma e Portici: “Offrono 50 euro a voto, la spesa a casa e per le famiglie di almeno 4 persone elettrodomestici. Segnaliamo al Prefetto”

4 giugno, 2017 | by Comunicato Stampa
Comizi dei Verdi a Somma e Portici: “Offrono 50 euro a voto, la spesa a casa e per le famiglie di almeno 4 persone elettrodomestici. Segnaliamo al Prefetto” 

SOMMA VESUVIANA. La campagna elettorale dei Verdi campani per le prossime amministrative in Campania si fa sempre più attiva. Dopo lo spot a favore del Sole che Ride realizzato dallo scrittore Maurizio De Giovanni e la presenza del portavoce nazionale Giobbe Covatta prevista per l’8 giugno questa domenica c’è stata una mobilitazione generale delle liste ambientaliste. 

“A Portici – spiegano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e la coordinatrice nazionale Fiorella Zabatta – è stato organizzato un corteo di barche sopratutto di pescatori guidato dal consigliere comunale uscente dei Verdi Franco Santomartino per sottolineare l’importanza del mare e la sua difesa. Abbiamo fatto campagna tra i bagnanti per invitarli a sostenere chi difende la difesa del territorio, la saluto e lo sviluppo tramite il turismo”.
A Somma Vesuviana iniziativa a favore del candidato Salvatore Di Sarno con il portavoce cittadino dei Verdi Salvatore Esposito per raccogliere denunce da parte dei cittadini sul voto di scambio.
“Ci sono state segnalate alcune vicende inquietanti – spiega Borrelli – come la compravendita del voto a 50 euro a persona e anche la spesa e il pagamento delle bollette in cambio del consenso. Per le famiglie di almeno 4 persone ci hanno segnalato in cambio del voto l’acquisizione di ferri da stiro, forni a micro onde e addirittura lavatrici e lavastoviglie. Temiamo anche che questi elettrodomestici siano di dubbia provenienza. Casomai rubati o estorti tramite sistemi usurai o di racket dalla criminalità. Per questo chiederemo al Prefetto di Napoli e alla Magistratura di porre la massima attenzione in questo comune negli ultimi giorni di campagna elettorale per fermare questa deriva ed eventuali gravissimi reati”.

Archivi