Pensieri della notte.Riflessioni su una nota del carissimo Prof.Enzo Guidotto

Fra il “magna e tasi” dei veneto-friulani insediati in quasi in tre quarti della provincia di Latina,dal nord fino al Salto di Fondi,il “nun sacciu nient” dei figli della vecchia “Terra di Lavoro” e del “Regno delle due Sicilie”,”cupole”,pezzi deviati dello stato,politici compiacenti,spioni e via dicendo,tutte le persone intelligenti possono intuire qual’é il clima esistente in provincia di Latina.Un’antimafia sociale aggressiva , non politicizzata e non asservita potrebbe rappresentare la panacea all’omertà ed a tutti i mali del sistema.Ma in provincia di Latina l'”antimafia” viene intesa per lo più come………………gestione dei beni ,corsi della legalità e così via,Cioè business.Di “indagine” ,di “denuncia” e di sostegno concreto alla magistratura inquirente neanche a parlarne:”nun sacciu niente” e “magna e tasi” appunto.Altro che Corleone,la Sicilia e così via! Qua é peggio.La politica,ovviamente,fatta qualche rarissima eccezione,fa parte del sistema,é il prodotto di questa realtà,senza un’idea,senza un’anima.La burocrazia altrettanto,se non peggio ancora.Non c’é,quindi,da meravigliarsi se Prefetti del livello di Bruno Frattasi,non organici al sistema,vengono ritenuti “scomodi” – in politichese si dice “inaffidabili – e quindi promossi e rimossi,come pure tutti gli altri vertici che non si allineano.Qua,carissimi Bolzoni,Guidotto e Vaudano,siamo nel Lazio,non in Sicilia,Campania o Calabria,alla periferia della Capitale d’Italia e a quattro passi da questa,il core business,il centro degli affari e delle trame-e del Potere,quindi- e tutti i fenomeni vanno letti in quest’ottica,in una dimensione diversa dalle altre regioni.Questa non é terra di mitra ,pistole e coppole,ma,al contrario di,tovagliolini e greche.E’ terra,insomma,di Mafia Capitale 
Archivi