Pensieri della notte con tanti ricordi nostalgici

Pensieri della notte con tanti ricordi nostalgici
Parecchi anni ha  il Colonnello Salato,sicuramente oggi generale,allora comandante  provinciale della Guardia di Finanza  di Frosinone,un alto ufficiale con un curriculum alle spalle  di  eccezionale rilievo,mi raccontò come egli aveva  cominciato ad operare appena nominato a quel comando.
“Ho cominciato,mi disse,facendo la cosa più semplice ed elementare di ogni investigatore .Intanto io vivo la vita di caserma e rifuggo da cerimonie ed incontri di gala e sto quasi sempre in abiti civili.Appena messo piede a Frosinone  ho cominciato a studiare bene la situazione economica e sociale  della città e della provincia  ed ho notato subito  una disparità fra la ricchezza che vedevo girando, da solo , per le strade  e i dati relativi alla diffusa povertà raccontata dai dati ufficiali.Ho notato subito  che per le strade giravano numerosissimi  SUV,Mercedes e altre marche di autovetture di lusso.Ho chiamato i miei subalterni  e li ho invitati a fornirmi l’elenco di tutti i proprietari.Sono partito da lì ed ho scoperto tutto il resto”.
La base dalla quale dovrebbe  partire ogni vero investigatore che voglia seriamente combattere le mafie e fare il proprio dovere.
Oggi,in sostituzione del Colonnello o Generale Salato ,a Frosinone c’é il Colonnello Piccinini che chi scrive ha avuto il piacere e l’onore  di conoscere ed apprezzare sin da quando comandava il  GICO a Roma.
Altro eccellente ed esperto investigatore che merita apprezzamento e stima. Come apprezzamento e stima meritavano   il Colonnello Menga  che comandava i Carabinieri sempre in provincia di Frosinone  ed il Generale Kalenda ,oggi comandante provinciale delle Fiamme Gialle di Milano e prima comandante provinciale a Latina.
Peccato che  di investigatori e comandanti di questo  livello ce ne siano pochi  e che  la loro permanenza  nel Basso Lazio sia durata e duri così poco.
A loro un grato ricordo .
Archivi