P4, Bisignani ai domiciliari, chiesto arresto on. PDL Papa

NAPOLI (Reuters) – Luigi Bisignani, dirigente e consulente aziendale, è stato arrestato oggi ed è finito ai domiciliari, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Napoli sulla cosiddetta P4, mentre è stata inoltrata alla Camera una richiesta di autorizzazione all’arresto in carcere per il deputato Pdl Alfonso Papa.

Lo riferiscono una fonte investigativa e una nota della procura partenopea. L’indagine P4 punta a far luce su un presunto gruppo sospettato di avere pilotato importanti appalti in vari settori della pubblica amministrazione.

Papa risulta indagato, tra gli altri, per il reato di corruzione, spiega la fonte, aggiungendo che c’è una terza ordinanza di arresto per un ex-sottufficiale dei carabinieri.

Al momento non è stato possibile avere un commento dai legali degli interessati.

Bisignani – considerato vicino ai sottosegretari Gianni Letta e Daniela Santanché – è accusato di favoreggiamento personale ed è stato arrestato stamani dagli uomini della Guardia di Finanza di Napoli.

“Le indagini da cui è derivata la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Bisignani – inseribili in contesto investigativo di ampio respiro e che ha interessato numerose persone – hanno riguardato l’illecita acquisizione di notizie e informazioni, anche coperte da segreto, alcune delle quali inerenti procedimenti penali in corso, nonché di altri dati sensibili e personali, al fine di consentire a soggetti inquisiti di eludere le indagini giudiziarie ovvero per ottenere favori o altre utilità”, si legge nella nota a firma del procuratore aggiunto Francesco Greco.

Bisignani era stato ascoltato dai magistrati napoletani all’inizio di marzo.

(Tratto da Agenzia Reuters)

Archivi