Ostia: testata a giornalista, Roberto Spada condannato a 6 anni in Appello

Anch eper i giudici del secondo grado regge l’accusa di lesioni con aggravante del metodo mafioso

07 dicembre 2018 17:04

E’stata confermata anche in Apello la condanna a 6 anni di reclusioneper Roberto Spada, a seguito dell’aggressione algiornalista di ‘Nemo’ Daniele Piervincenzi eall’operatore Edoardo Anselmi, avvenuta a Ostia loscorso 7 novembre 2017.  I giudici hanno ribadito quanto emerso in primo grado, con l’aggravante dell’articolo 7,il metodo mafioso.

Spada, che ha assistito all’udienza di appello collegato in videoconferenzadal carcere di Tolmezzo, “aggredì i due giornalisti
perchési trovava nelsuo territorio“e ha potuto “contare sulla connivenza del territorio, nessunointervenne e anzi un passante disse alle due vittime‘così imparate a venire qui a Ostia’“,ha detto il pg Vincenzo Saveriano in aula. “La violenza in strada serve anche come monito per la popolazione e per conservare la forza dell’organizzazione” ha sottolineato.

Secondo l’accusa, i due giornalisti avvicinarono Spada per un’intervista sui suoi rapporti con Casapound in vista delle allora imminenti elezioni a Ostia. All’improvviso, però ci fu l’aggressione,che avvenne davanti a numerosi testimoni e alle
telecamere. Come stabilito in primo grado, Spada e il complice Del Puerto dovranno risarcire i due giornalisti aggrediti con 4mila euro, risarcimenti sono stati  stabiliti anche a favore delle parti civili, fra cui Comune, Regione, Odg, Fnsi, Libera.

RobertoSpada resta quindi in carcere dove è detenuto anche per associazione a delinquere di stampo mafioso insieme a 31 componenti del clandell’omonima famiglia di origine sinti.

fonte:http://www.romatoday.it/

Archivi