Oltre alla trattiva presunta mafia- Stato di Palermo ce n’é stata una seconda a Gaeta per il Lazio ?

 

SUL BASSO LAZIO SI RENDE NECESSARIA ED URGENTE UNA SERIA OPERA DI CHIARIFICAZIONE.
PER DECENNI LO STATO HA CONSENTITO ,CON LA SUA ……….DISATTENZIONE E LE SUE INERZIE,CHE LE MAFIE LO INVADESSERO E NE FACESSERO UNA LORO ROCCAFORTE ,CONSENTENDO,COSI’ ,L’INGRESSO DI ESSE ANCHE NELLA CAPITALE DEL PAESE.
LA NOTIZIA DATA ANNI FA DA “IL MATTINO” IN ORDINE AD UN PRESUNTO ” PATTO” STIPULATO IN UNA VILLA DI GAETA FRA CASALESI E UOMINI DELLO STATO,SE CONFERMATA,POTREBBE ESSERE LETTA COME LA BASE DI UN DISEGNO DI SUBORDINAZIONE E DI RESA DELLO STATO MEDESIMO ALLA CRIMINALITA’ ORGANIZZATA.
IL FATTO CHE LO STATO,MALGRADO LE CONTINUE DENUNCE ED I CONTINUI APPELLI ,NON ABBIA VOLUTO,AD OGGI,ATTREZZARE NEL SUD DEL LAZIO ED AL CONFINE CON LA CAMPANIA ,UN EFFICIENTE APPARATO DI SICUREZZA COSTITUITO DAI MIGLIORI INVESTIGATORI ESPERTI NELL’AZIONE DI CONTRASTO ALLE MAFIE ,OLTRE ALLE PREOCCUPAZIONI DI CHI COME NOI ASSISTE AL CONSOLIDAMENTO CONTINUO DELLE MAFIE IN TUTTI I SETTORI DELLA VITA ECONOMICA E SOCIALE,DESTA MOLTI SOSPETTI.
SI TRATTA DI CHIARIRE SUBITO E FINO IN FONDO SE,OLTRE ALLA TRATTATIVA MAFIA-STATO CHE CI SAREBBE STATA A PALERMO,CE NE SIA STATA UNA SECONDA A GAETA CHE RIGUARDA IL LAZIO.
FATTA ECCEZIONE PER LE DUE DDA DI ROMA E DI NAPOLI CHE SONO IN BUONE MANI E STANNO OPERANDO BENE,NON VEDIAMO ,INFATTI IN TUTTI GLI APPARATI LOCALI DELLO STATO,A COMINCIARE DALLE PREFETTURE DI LATINA IN PRIMIS E DI FROSINONE POI, QUEL FERVORE DI ATTIVITA’ E QUEL FORTE DESIDERIO DI RISCOSSA CHE SAREBBERO NECESSARI IN UNA SITUAZIONE DRAMMATICA QUAL’E’ QUELLA DESCRITTA PER SPERLONGA NELL’ARTICOLO  “ MARCIANISE E DINTORNI “ DEL 17 LUGLIO 2015.DI “LATINA EDITORIALE OGGI”  CHE ABBIAMO RIPORTATO SIA SUL SITO CHE SULLE PAGINE FACEBOOK DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO.
ANZI,LA RIMOZIONE DEL PREFETTO DI LATINA FRATTASI,QUELLE DEL COMMISSARIO DELLA QUESTURA DI LATINA E DEL DIRIGENTE DEL COMMISSARIATO DI CASSINO,TUTTE PERSONE ESPERTE IN MATERIA ANTIMAFIA E FORTEMENTE IMPEGNATE,CI INDUCONO A NUTRIRE FORTI SOSPETTI .
IL 2016 DOVRA’ PERTANTO VEDERE IMPEGNATI ,PER OTTENERE CHIAREZZA FINO IN FONDO ,TUTTI COLORO CHE EFFETTIVAMENTE E NON SOLO A CHIACCHIERE VOGLIONO COMBATTERE LE MAFIE.
Archivi