NOTA DELL’ASSOCIAZIONE CAPONNETTO A SEGUITO DEI CHIARIMENTI FORNITI DALLA CURIA ARCIVESCOVILE DI GAETA IN MERITO ALLA VICENDA DOLOROSA DEL FUNERALE DELL’AMICO BENITO DI FAZIO

 

A PROPOSITO DELLE PRECISAZIONI DELLA CURIA  ARCIVESCOVILE DI GAETA IN RELAZIONE ALLA VICENDA DOLOROSA DELLE ESEQUIE A SPERLONGA DI BENITO DI FAZIO E ALL’INTERVENTO DEL PARROCO

 

 

Prendiamo atto delle rassicurazioni fornite dalla Curia Arcivescovile di Gaeta e dei chiarimenti forniti e la ringraziamo per la sensibilità manifestata,sentendoci ,di conseguenza,rasserenati.

Ci teniamo,al riguardo,a sottolineare che noi non abbiamo mai parlato di “Chiesa collusa”,ma di,testualmente, “Uno spettacolo,quello di stasera,irriguardoso prima di tutto nei confronti del defunto e,poi,della stessa immagine della Chiesa in quanto l’ha fatta apparire come schierata da una parte politica,quella che governa il Comune,ed oggettivamente non contro la mafia.”.

Riteniamo,pertanto, utile,per sgombrare il campo da eventuali equivoci e strumentalizzazioni interessate,riprodurre,qui di seguito,  la nota pubblicata al riguardo sul sito web  dell’Associazione Caponnetto:

 

 

 

“Sconcerto,rabbia ed urla stasera contro il parroco nella Chiesa di Sperlonga durante la cerimonia religiosa per la morte di Benito Di Fazio

Pubblicato 28 Settembre 2016 Da admin3

SCONCERTO  ED  URLA  STASERA  CONTRO  IL PARROCO  A  SPERLONGA  DURANTE  LA  MESSA  PER LA  MORTE   DI  BENITO   DI  FAZIO

Davvero inquietante; anzi agghiacciante.

Lo diciamo ,affranti,da credenti e praticanti.

Mai vista una scena così pietosa come quella di stasera a Sperlonga durante la messa di saluto al caro Benito.

Non la meritava.

Al termine della  messa e prima della benedizione della salma,il parroco ha dato la parola per un saluto finale a Nicola Reale,anche  questo   ex consigliere comunale come Benito e facente parte dell’opposizione all’attuale maggioranza di centro-destra.

Reale,incaricato dalla famiglia dello scomparso e dal gruppo degli amici di cui faceva parte insieme a Benito .ha esaltato la figura di questo ricordandone  fra l’altro l’impegno nell’Associazione Caponnetto contro le illegalità e le mafie  che dilagano nel territorio,impegno  al quale vanno imputate le minacce subite dallo stesso  Benito  Di Fazio alcuni mesi fa con la famosa scritta sulla facciata del portone di casa ” Infame schifoso”-

Un termine,questo,che riconduce alla criminalità mafiosa essendo tipico del linguaggio usato dai clan.

Evidentemente al parroco non é piaciuto questo passaggio con il riferimento alla mafia stante anche la posizione negazionista  del fenomeno mafioso assunta da sempre dalla maggioranza di Forza Italia  che governa il Comune di Sperlonga 

Ed infatti egli ha preso la parola dopo l’intervento di Nicola Reale  dissociandosi  apertamente dalla posizione da questo  assunta , prendendone le distanze e censurandolo.

Al che la reazione  del numeroso pubblico presente alla cerimonia religiosa ,una parte del quale ha urlato  usando anche parole forti contro il parroco.

Uno spettacolo,quello di stasera,irriguardoso prima di tutto nei confronti del defunto e,poi,della stessa immagine della Chiesa in quanto l’ha fatta apparire come schierata da una parte politica,quella che governa il Comune,ed oggettivamente non contro la mafia.

L’arcivescovo di Gaeta,della cui Diocesi fa parte la Chiesa di Sperlonga,non ha niente da dire a proposito?

                                            Associazione A.Caponnetto

Archivi