Non é il caso che intervenga la Procura della Repubblica di Torre Annunziata per accertare la fondatezza o meno delle accuse mosse in tale articolo ?

Indagini della Prefettura e scuola Cesarano il M5S chiede chiarezza ai vertici dell’Amministrazione Cuomo

 

di Salvatore Caccaviello

Circa le vicende relative alle indagini della Prefettura sul Primo Cittadino, pubblicate da un  settimanale locale ed la vicenda legata alla scuola di Cesarano il Candidato Sindaco M5S, Rosario Lotito, vuole vederci chiaro.

Sorrento- Si infuoca la campagna elettorale nella città del Tasso, a 15 giorni dalle elezioni. Se l’attuale Maggioranza si fa pubblicità  presentando alla cittadinanza una serie di lavori promessi e quasi ultimati ,oppure appena iniziati… la concorrenza risponde con la carta stampata oppure con altri mezzi di comunicazione sulle promesse mancate oppure altre varie vicende gravi o meno gravi che interessano vari candidati in campo. Scalpore a tale proposito viene rilevato circa l’articolo pubblicato su di un noto settimanale  riguardante una vicenda che vedrebbe coinvolto il Sindaco Cuomo interrogato in Prefettura. Se dalla concorrenza qualcuno si frega le mani ,c’è qualcun altro, come il Movimento 5 Stelle che chiede che venga fatto chiarezza poichè viene tirato in ballo il Primo cittadino di Sorrento  che non è affatto cosa da poco. Sulla vicenda è infatti intervenuto a gamba tesa il  candidato sindaco Rosario Lotito che ha dichiarato: “In riferimento all’articolo pubblicato dalla rivista  M&D Sorrento in data 13/05/2015 a pag 3 dal titolo, la Prefettura interroga il Sindaco Cuomo, si è convinti che si tratti di una vicenda che non fa onore ad una citta dalla visibilità internazionale come Sorrento pertanto si auspica venga fatta chiarezza in nome della trasparenza e della buona politica”. “Inoltre –  ha proseguito Rosario Lotito –   “il M5S,anche a Sorrento, come lungo il territorio della penisola,sarà sempre in prima linea nelle battaglie a favore dei cittadini”.A tale proposito dopo la inaugurazione dell’edificio scolastico Vittorio Veneto, sul quale anche ,secondo il M5S ,bisognerebbe che amministrazione facesse chiarezza su determinate situazioni e dubbi sollevati a suo tempo dalle associazioni presenti sul territorio, Rosario Lotito ricorda che, “potrebbe essere opportuno ,prima delle votazioni che  il Sindaco Cuomo si pronunciassero in modo definitivo su di un’altra vicenda  tuttora avvolta nel mistero ossia la ristrutturazione della scuola di Cesarano. Sulla quale bisogna ricordare , dopo le dichiarazioni di un esponente del PD sorrentino secondo il quale il M5S non era mai stato presente sul territorio, che fu proprio grazie ad un intervento del M5S Sorrento che fu sventato un’ulteriore beffa ai danni della cittadinanza sorrentina”. – “Infatti” – continua Lotito – “ sulla scuola di Cesarano, bisogna ricordare, che a seguito  della Delibera di Giunta Municipale  n° 143 del 12 giugno 2014  e con l’avvallo del  Dirigente dell’UTC Ing. Alfonso Donadio, il cui operato, sia per  tale vicenda che in altre occasioni è stato alquanto discutibile, si decise di dare una soluzione al problema facendo alloggiare i bimbi in un prefabbricato da localizzare in un terreno di un privato. Operazione  che sarebbe costata alle casse comunali una spesa di oltre 100 mila euro all’anno. Non solo dopo un’attenta ricostruzione dei rapporti societari inerenti tale operazione, risultò, secondo il M5S, il diretto coinvolgimento del Sindaco e di un collaboratore dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Raffaele Apreda.Tra le tante proteste  di associazioni ed membri dell’ opposizioni ,bisogna ricordare l’immediato e concreto intervento del Movimento 5 Stelle Sorrento che, a differenza del PD, dopo un’accurata indagine, diffuse un comunicato stampa che sollevò diverse perplessità sull’intera vicenda . Motivo per il quale si decise di investire  i Parlamentari del Movimento e continuare a vigilare sul caso della scuola “Cesarano” interessando alti livelli istituzionali. Fu proprio grazie a tale intervento che l’amministrazione Cuomo abbandonò il progetto del prefabbricato , facendo risparmiare centinaia di migliaia di  euro,oltre evitare una ulteriore speculazione ai danni della cittadinanza,decise di utilizzare la struttura di Villa Fiorentino”. “ Tuttavia” – conclude il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle –  “Circa le problematiche inerenti tale episodio, oltre alla ristrutturazione  vera e propria dell’edificio di via San Renato ,saranno i  primi obbiettivi che il M5 stelle Sorrento si prefigge di sottoporre all’attenzione del nuovo Consiglio Comunale.  In ogni caso sarebbe opportuno che il Sindaco Cuomo si pronunciasse su tale situazione  che come tante altre ignorate, interessa il quotidiano dei cittadini”.-  Quindi deciso e concreta l’azione di Rosario Lotito nei confronti dell’attuale Amministrazione e del Sindaco Cuomo . I quali,secondo i penta stellati ,oltre a mostrare, in questi anni, una certa” timidezza”nell’amministrare non ha saputo affatto gestire situazioni  di fondamentale importanza per la città ed il territorio  come appunto la emergenza scolastica ,la vivibilità della città e situazioni inerenti il dissesto idrogeologico e l’emergenza ambientale che tuttora continuano ad essere costantemente rilevate dalla maggior parte della cittadinanza. – 15 maggio 2015 – salvatorecaccaviello – positanonews.

 

Archivi