Non consentiremo a nessuno di attentare alla nostra più assoluta autonomia da mafie e politica. Il profumo della nostra indipendenza

Il rischio che corre sempre un’associazione che voglia fare seriamente un’azione di contrasto alle mafie è quello che la vede esposta in continuazione, oltre che a tentativi di infiltrazione mafiosa, anche di condizionamento politico.
Non sono poche le persone che si avvicinano con l’intento di strumentalizzare a fini politici un’associazione antimafia, soprattutto se prestigiosa ed apprezzata qual’è la Caponnetto.
Non si tratta di una delle tante associazioni anonime che pullulano nel paese.
Essa incute rispetto e l’appartenenza ad essa dà prestigio.
Credeteci, la nostra è una fatica immane e costante, quasi quotidiana, la difesa della nostra indipendenza più rigorosa rispetto al rischio di vederci infiltrati su più fronti.
Abbiamo subito e subiamo rischi di infiltrazione da parte di elementi appartenenti a gruppi criminali, come anche da soggetti che vorrebbero vederci piegati a difendere gli interessi di questo o quel partito politico, di questa o quella fazione politica, di questo o quel personaggio politico.
Noi siamo nati INDIPENDENTI e tali rimarremo.
Ci siamo dati liberamente uno Statuto che ce lo impone e non consentiremo a nessuno, costi quel che costi, di imporci un cambiamento di rotta.
Ognuno sul versante dell’appartenenza politica può fare, personalmente, quello che vuole e noi apprezziamo tutti, nessuno escluso, dal momento che sono finite le differenziazioni fra le forze politiche fra chi è mafioso e chi non lo è; ma come Associazione è diverso.
L’Associazione antimafia è associazione antimafia e basta.
Il compito nostro è esclusivamente quello di individuare i mafiosi, uno per uno, denunciarli, farli arrestare e far sottrarre ad essi i beni accumulati illecitamente. E di proporre soluzioni, aggiustamenti, aggiornamenti di natura legislativa ed organizzativa.
Paghiamo per questo prezzi altissimi, in termini di tentativi di isolamento e di ostracismo da parte di soggetti politici ed istituzionali soprattutto e non riteniamo azzardato affermare che a combatterci sono più i mafiosi annidati nelle pieghe del Potere che non quelli dell’ultimo livello.
Paghiamo anche in termini economici perché noi abbiamo deciso di non fruire di finanziamenti, se non esclusivamente di appena un paio di migliaia di euro all’anno di 5 x 1000 da parte di nostri amici, somma che non ci basta nemmeno per organizzare 3-4 convegni e pagare le montagne di “visure camerali” che facciamo interrottamente per individuare le imprese mafiose in tutta Italia e di una somma irrisoria che ricaviamo dal tesseramento che manteniamo risicatissimo per evitare appunto le infiltrazioni politiche e mafiose.
Tutto il resto arriva dalle tasche personali di uno-due di noi.
A noi sta bene così!
Non consentiremo a nessuno, pertanto, di attentare alla nostra autonomia da tutto e da tutti.

Archivi