… Non ci sono usura e mafie nel viterbese… Lo dichiara la Prefettura di Viterbo e nessuno protesta. Si vergognino

SIAMO STUFI DI SENTIRE ANCORA PREFETTI E FUNZIONARI DI PREFETTURA CHE CONTINUANO A NEGARE LA REALTA’!

Un governo serio dovrebbe rimuovere entro 24 ore quei Prefetti e quei funzionari di Prefettura che si ostinano a negare la realtà.

Gente indegna di rappresentare sui territori lo Stato democratico.

E’ vergognoso quanto si sta verificando a Viterbo, nel Lazio ed a pochi chilometri dalla Capitale, dove dalla locale Prefettura continuano ad arrivare smentite circa l’esistenza delle mafie.

Lo diciamo a memoria del futuro governo, che ci auguriamo un po’ più serio di quello attuale.

Questi signori vanno rimossi immediatamente e saremo durissimi se il prossimo Ministro dell’Interno non lo farà.

Ci saremmo aspettati una reazione da parte degli esponenti locali e nazionali delle opposizioni a proposito delle dichiarazioni rilasciate circa i dati relativi al fenomeno dell’usura e facciamo nostre le denunce fatte pubblicamente dall’amico Gaetano Cici, di Tarquinia.

A fronte dei 1500 casi di usura denunciati da SOS IMPRESA, la Prefettura di Viterbo ne denuncia solamente 3-4.

Ma non basta, perché, mentre il Procuratore Capo della Repubblica, in un’intervista a “il Messaggero”, si dichiara preoccupato per le dimensioni del fenomeno criminale, la stessa Prefettura viterbese assicura che… non esistono mafie.

Come quel famoso Cardinale siciliano che sosteneva che… la mafia non esiste.

Ma in Sicilia si è verificato 50 anni fa, a Viterbo ora!

E’ vergognoso!

Archivi