Non ci sono più mafie a Gaeta? Perchè il sindaco non parla più di tavolo della sicurezza?

A GAETA NON C’E’ PIU’ MAFIA???…

Si è fatto un gran parlare, durante questa estate, di mafie a Gaeta.

Dopo anni di imperdonabili silenzi, avevamo aperto il cuore alla speranza. Finalmente i cittadini gaetani ed i loro amministratori sembravano aver preso coscienza di un fenomeno antico. Con ritardo e, forse, quando i buoi sono già scappati dalla stalle, ma meglio tardi che mai.

Poi c’è stato il… terremoto. Un comunicato stampa del sindacato di polizia SIULP della CISL e, forse, qualche “convocazione “di cui si parla, hanno imposto un silenzio tombale.

Non si parla più dell’argomento, anche se non passa giorno in cui noi non veniamo a conoscenza di… investimenti sospetti.

Il neo Sindaco, che pur aveva parlato di “Gaeta lavatrice della camorra “, non parla più del TAVOLO PERMANENTE DELLA LEGALITA’ E DELLA SICUREZZA che si era impegnato ad istituire.

Ci ha ripensato?

Ad esser franchi, egli qualche perplessità l’aveva provocata in noi quando ha affermato che “ chi ha fatto la proposta la porti avanti “. Strana risposta, questa, alla quale noi abbiamo subito replicato che non siamo noi a dover assumere le determinazioni al riguardo perché è l’Amministrazione che deve adottare una delibera che preveda l’istituzione del Tavolo

Senza una deliberazione di Giunta, non si può procedere.

Capiamo che con l’istituzione del Tavolo avremmo turbato i sonni di parecchi, di coloro, cioè, che negli anni non hanno mai rappresentato alle sedi competenti la gravità del fenomeno.

Immaginiamo anche quali possano essere state le “ reazioni “ nei confronti di un Sindaco, il primo sindaco in provincia di Latina che ha avuto il coraggio di dire certe cose di cui… non bisogna parlare.

Non ce l’abbiamo, quindi, con lui più di tanto, anche se egli, se non istituisce il Tavolo promesso, non farà una bella figura con i cittadini e con l’opinione pubblica di tutta la provincia e non solo.

Ma questo non riguarda noi che continueremo a seguire con maggiore attenzione la situazione esistente a Gaeta e ad informare chi deve essere informato. Una situazione che non è affatto tranquillizzante e che rischia di aggravarsi sempre più.

Alle forze dell’ordine locali e provinciali ed al Prefetto Frattasi chiediamo un’attenzione particolare sugli investimenti fatti e che si stanno per fare.

Lo abbiamo detto-e lo ripeteremo fino alla noia-: chiediamo indagini sulla “provenienza “ dei capitali che sono stati investiti già e che stanno per essere investiti. Ed aspettiamo di conoscere se le forze dell’ordine si stanno o meno muovendo in questa direzione.

LA SEGRETERIA

Archivi