Nicola D’Alessandro arrestato ad Aprilia il 12.11.1997. E’ stato ospite di una sorella sia a Latina che a Velletri. Le forze dell’ordine di tali città promuovano le opportune verifiche

UN INVITO ALLE FORZE DELL’ORDINE DI LATINA E VELLETRI

Il 2.8.2002 veniva assassinato in un agguato mafioso avvenuto a Villa Literno Nicola D’Alessandro.

Questi era un componente del gruppo di fuoco della fazione riferibile alla famiglia Tavoletta, a sua volta alleata con il pregiudicato Salvatore Cantiello e schierata contro il gruppo Bidognetti.

Risulta che lo stesso, prima dell’arresto avvenuto il 12.11.1997 ad Aprilia, abbia soggiornato presso l’abitazione di una sorella sia a Latina che a Velletri.

E’ presumibile che la presenza di familiari di un soggetto di tale rilevanza criminale in due città del Lazio possa costituire polo di attrazione per ulteriori individui della stessa specie.

E’ opportuno, quindi, che le forze dell’ordine sia di Latina che di Velletri promuovano approfondite verifiche al riguardo.

Archivi