Nemmeno il tempo di insediarsi e subito il nuovo Prefetto di Roma assicura che… Roma è città sicura. Come Serra. Ecco il motivo per il quale è stato rimosso Mosca

RICOMINCIAMO! “ROMA CITTA’ SICURA”, DICHIARA IL NUOVO PREFETTO DELLA CAPITALE!

Ci risiamo! Nemmeno il tempo di insediarsi e subito il nuovo Prefetto di Roma… “tranquillizza”!

La rimozione del Prefetto Carlo Mosca ha lasciato il segno ed oggi si ritorna ad una… “normalizzazione” che noi avevamo previsto.

Le dichiarazioni rilasciate dal nuovo Prefetto Pecoraro – che ha definito Roma una “città sicura” – ci disegnano un quadro del tutto diverso da quello reale.

Anche Serra diceva la stessa cosa e, poi, tutti si sono accorti che la Capitale è diventata da anni il crocevia di tutte le mafie nazionali ed internazionali.

Noi riteniamo che il livello di analisi e di consapevolezza del fenomeno criminale dei cittadini romani sia tale da relegare affermazioni del genere nel posto che meritano.

Ma quello che ci preoccupa è la ricaduta che esse potrebbero avere sul piano della strategia e della tattica di contrasto della criminalità organizzata.

Quando, infatti, un Prefetto, che è la massima autorità su un territorio in quanto rappresentante del governo centrale, dichiara cose del genere, è inevitabile che tutti i vertici locali delle forze dell’ordine si uniformino alla nuova linea.

E‘ risaputo che il Prefetto Mosca, pur essendo uno dei migliori Prefetti d’Italia, era… “sgradito” all’attuale classe politica di governo che l’ha sostituito senza preoccuparsi delle conseguenze. Ancora una volta la logica di partito prevale su ogni ragione.

Ecco le conseguenze!

Il nuovo Prefetto evidentemente non ha letto nemmeno le relazioni della Direzione Nazionale Antimafia, della DIA e di tutti gli altri organi che ben disegnano un quadro affatto tranquillizzante nel Lazio e nella Capitale e subito… “tranquillizza”, come, d’altronde, hanno sempre fatto Berlusconi ed i suoi seguaci.

Peccato che l’opposizione abbia perso perfino… la capacità di indignarsi e di reagire!

Archivi