Nel sud pontino bisogna subito chiudere il cerchio. C’é necessità di aggiornare le notizie. Intanto tutti debbono sentirsi mobilitati per il Convegno del 13 luglio a Terracina, un Convegno che dovrà segnare una svolta nel modo di affrontare le mafie. Non a caso il tema che verrà trattato sarà tutto imperniato sulla QUALITA’, qualità nei processi, qualità nelle indagini, qualità nell’antimafia sociale, qualità nella società civile. Bando alle chiacchiere ed avanti con i FATTI. Fatti significano DENUNCE.

E’ necessario ed urgente aggiornare le notizie di cui siamo in possesso per quanto riguarda il Basso Lazio e, in particolare, il sud pontino.
C’è una situazione in evoluzione che va seguita – e soprattutto partecipata – con particolare attenzione, dandone, poi, compiuta e sollecita informazione a chi di dovere.
Bisogna stringere.
Presto.
Abbiamo dato anche incarico ad un gruppo di parlamentari di portare la questione del sud pontino all’attenzione del Parlamento in quanto non ce la sentiamo di sopportare più il comportamento disdicevole di quella parte delle istituzioni che con la loro inerzia si stanno rendendo oggettivamente complici della sconfitta dello Stato di diritto a vantaggio delle mafie nel sud pontino.
Dobbiamo assolutamente fare in modo che i cerchi vengano chiusi.
Intelligenti pauca…
Al contempo tutti gli amici sono mobilitati perché il Convegno del 13 luglio p. v. a Terracina rappresenti veramente una svolta per l’antimafia sociale nel Paese.
E’ annunciata la presenza di amici che vengono anche dal nord del Paese e l’incontro dovrà servire a far fare un vero salto di qualità a tutti- associazioni, istituzioni, media, società civile – nella lotta alle mafie.
L’orgoglio di appartenere ad un’Associazione prestigiosa qual’è la nostra, che porta il nome di un grande Magistrato e che è presieduta da un altro grande Magistrato attualmente in servizio, non può e non deve consentirci di appiattirci su modelli vecchi e stantii di un’antimafia insignificante che vive a ridosso ed a supporto di istituzioni e partiti che hanno fatto il loro tempo ed i cui corpi sono ormai devastati dal tarlo della consunzione e talvolta anche della corruzione.
Chi aderisce all’Associazione Caponnetto deve sentirsi un privilegiato ed avvertire in ogni momento della giornata l’orgoglio di un’appartenenza che è “Altra” ed “Alta”.
Ecco il significato del tema del convegno tutto imperniato sulla QUALITA’!
Tutti al lavoro, quindi, ed un arrivederci al 13 luglio.

Archivi