Nel Lazio é sotto attacco tutto ciò che é antimafia. Anche noi!

Roma, danneggiata stele per giudici Falcone e Borsellino in piazza Bologna. Si indaga contro ignoti

Nella scorsa notte da ignoti è stata divelta e distrutta parte della stele posta in piazza Bologna, a Roma, in ricordo dei giudici vittime della mafia, in particolare dei giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili municipali, la polizia ed i carabinieri e sono state avviate indagini contro ignoti. Lo segnala Giovanni Provenzano, del Pdl, consigliere municipale e presidente della ‘commissione Trasparenza’. “Quanto accaduto – dice Provenzano – è l’ennesima dimostrazione che a Piazza Bologna sono necessari immediati interventi per ripristinare il decoro e la sicurezza. I cittadini sono esasperati dai gruppi di ragazzi che fino a notte fonda si riuniscono per bere, fumare gli spinelli e suonare i bonghi. Ogni mattina gli operatori dell’Ama raccolgono centinaia di bottiglie di vino e birra e la distruzione del monumento è sicuramente frutto delle sbornie notturne”. Il consigliere municipale chiede “interventi urgenti da parte delle autorità competenti per impedire che i cittadini provvedano a far ritornare un po’ di ordine nella piazza, compresa anche la chiusura notturna dei giardini di Piazza Bologna con una cancellata”. “Apprendiamo con sdegno – affermano in una nota Alessandro Zingaretti e Cristian Fragal, consiglieri Pdl del III Municipio di Roma – l’atto vandalico con il quale stata sfregiata, a piazza Bologna, la meridiana in memoria del giudice Giovanni Falcone e dei magistrati che hanno dato la vita nella lotta contro le mafie. Gesti di questo genere, che condanniamo fermamente, nuocciono gravemente alla civiltà, perchè offendono la memoria di chi ha sacrificato la propria esistenza per uno Stato migliore”.

(Tratto da Virgilio Notizie)

Archivi