Nel 2008 le mafie hanno incassato 130 miliardi di euro

EURISPES:LE MAFIE HANNO UN FATTURATO DA 130 MILIARDI DI EURO

Roma. La mafia spa continua ad essere la prima azienda italiana per fatturato e per utile netto.Il rapporto Eurispes ha messo in risalto che le mafie hanno fatturato nel 2008 circa 130 miliardi di euro,cioè il 10% del totale della ricchezza nazionale.

La grande disponibilità di denaro ha permesso alle cosche di avvantaggiarsi della crisi di liquidità del Paese:mettendo le mani nel settore degli appalti e delle infrastrutture.

Secondo i dati di Confesercenti i boss mafiosi investono principalmente nell’edilizia (37,5%),nell’agricoltura (20%),nel turismo (9%),nel commercio e nella ristorazione(7,5%):Attività che consentono una forte circolazione di denaro.

Per L’Eurispes,la principale fonte di guadagno resta il traffico di droga(59 miliardi di euro),mentre armi ed altri traffici portano nelle tasche dei mafiosi 5,8 miliardi:Ancora alta la percentuale di chi paga il pizzo,che,secondo le stime,colpisce l’80% degli imprenditori e dei commercianti:Dal racket le organizzazioni criminali intascano 9 miliardi:Preoccupa,tra l’altro,la crescita dell’usura che ha coinvolto 180 mila commercianti per un giro di affari di 15 miliardi di euro.Solo il racket e l’usura permettono alle mafie di guadagnare 250 milioni di euro al giorno.

Un mercato emergente che ha iniziato a registrare un importante giro di affari è quello delle ecomafie che pesa 16 miliardi di euro.

I sequestri dei patrimoni mafiosi operati dalle forze dell’ordine hanno evidenziato la ricchezza della criminalità organizzata:5,2 miliardi di euro,di cui 2,9 miliardi alla camorra,1,4 alla mafia(cosa nostra,ndr) e 231 milioni alla ‘ndrangheta.
Luca Trovellesi

(tratto da Antimafia Duemila)

Archivi