Negare, negare, negare. Ormai è una litania

NEGARE, NEGARE, NEGARE: L’ORDINE E’ PERENTORIO E SONO IN MOLTI AD ESEGUIRLO. NEL BASSO LAZIO NON CI SONO MAFIE E CHI SOSTIENE IL CONTRARIO LO FARE PER PROPAGANDA ELETTORALE E FINI POLITICI…

Ormai è una litania. Nel Basso Lazio non ci sono mafie.

Sembra di stare in Sicilia negli anni ’50, dove perfino un cardinale sosteneva che… la mafia non esiste!…

Ce lo sentiamo ripetere dappertutto e lo leggiamo su molti giornali.

In provincia di Latina, dove le operazioni di polizia si susseguono e quasi quotidianamente stanno portando, grazie a Dio, nelle patrie galere fior di camorristi e mafiosi, l’Amministrazione Provinciale, quasi a smentire tutte le relazioni di magistrati antimafia e forze di polizia, addirittura è arrivata a commissionare ad uno studio legale privato un’indagine tesa a verificare se esista e quanto sia estesa sul territorio la presenza delle mafie. Si mette in discussione l’esito di tante, tantissime inchieste fatte da organi dello Stato con sacrifici e spese incalcolabili?

Quei partiti, come il PD, l’IDV, la Lega Nord, che hanno finalmente rotto il silenzio denunciando, dopo anni di disattenzione, la presenza delle mafie ed anche le probabili collusioni con segmenti delle amministrazioni pubbliche, dicono… fesserie e lo fanno solo per fini elettoralistici…!I giornali, quei giornali che hanno il coraggio di scrivere certe cose, fanno altrettanto. Insomma, si tratterebbe solamente di… montature mediatiche (sic!).

Non ci sono parole!

Nessuno si chiede il “perché “ di tale comportamento!!!

Eppure se questa gente si andasse a leggere quanto già negli anni ’90 pentiti dello spessore di Carmine Schiavone hanno dichiarato ai magistrati a proposito delle attività e delle presenze mafiose nel Basso Lazio, troverebbe risposta a qualsiasi domanda anche in relazione all’ultima operazione denominata CA-MORRA.

Sono anni che noi sosteniamo che la situazione nel Basso Lazio è molto, ma molto più grave di quanto appare -e che, quindi, è necessario ed urgente che i cittadini, tutti i cittadini perbene, comincino a collaborare con la magistratura e le forze dell’ordine segnalando ogni loro “sospetto”- e lo facciamo non… per fini elettoralistici (noi non siamo un’associazione antimafia partititica), ma solamente perché siamo consapevoli della gravità di tale situazione.

Nei giorni scorsi abbiamo finito di monitorare una città del Basso Lazio L’abbiamo sezionata ponendone una parte sotto particolare attenzione. Dalla nostra opera di osservazione è emersa una situazione veramente inquietante quanto a presenze di gente ed attività sospette. Ovviamente abbiamo informato chi di dovere.

Diciamo questo per ribadire che la situazione in cui ci troviamo è più grave di quanto finora è stato accertato e che appare leggendo quanto è stato e viene scritto.

Archivi