‘ndrangheta. Napoli (Pdl): avviare nuovi accertamenti al Comune di Fondi”

L’avvio di nuovi accertamenti al Comune di Fondi (Latina), è stato chiesto dalla deputata del Pdl, Angela Napoli, in una interrogazione ai ministri dell’Interno e della Giustizia che fa seguito all’operazione di ieri della Dia sulla gestione del mercato ortofrutticolo attuato da un cartello di clan della camorra, della mafia e della ‘ndrangheta.
”Già il 6 luglio 2009 – ha sostenuto la Napoli – è stata condotta un’operazione, con 17 arresti, frutto di un inchiesta relativa alla Città di Fondi dalla quale era emerso che la ‘ndrangheta era diventata padrona nell’agro pontino: dalla gestione del mercato ortofrutticolo di Fondi al controllo di importanti lavori pubblici nella provincia di Latina. Dall’inchiesta erano emerse responsabilità anche di amministratori locali, funzionari comunali e persino del capo della Polizia municipale. Gli uomini della ‘ndrangheta coinvolti in quella operazione appartengono alla nota cosca Tripodo di Sambatello di Reggio Calabria”.
“All’alba di ieri – prosegue la parlamentare – sempre la Dia di Roma e la squadra mobile di Caserta, hanno arrestato 67 persone appartenenti ai vertici del clan Casalesi e della cosca mafiosa dei Santapaola-Ercolano di Catania. L’operazione di ieri é scaturita dall’inchiesta che ha svelato il controllo del trasporto ortofrutticolo attuato da un cartello di clan della camorra, della mafia e della ‘ndrangheta”.
Nonostante la nuova operazione che ha coinvolto il Mof di Fondi, uno dei mercati ortofrutticoli più importanti d’Europa, prosegue la parlamentare, “alcuni politici locali, pur applaudendo all’intervento delle forze dell’ordine, continuano a definire ‘illazione’ la presenza della ‘ndrangheta al Mof. Le precedenti attivita’ d’accesso al Comune di Fondi avevano dato risultanze oggetto di pluri-interventi nella Commissione parlamentare antimafia, che tuttavia per note scelte del Consiglio comunale, non hanno comportato alcuno scioglimento per infiltrazioni mafiose. Sicuramente, sia la stessa minimizzazione che viene lanciata sulla pervasività e potenzialità della ‘ndrangheta sul Mof di Fondi, quanto le risultanze della stessa nuova inchiesta giudiziaria, evidenzia la presenza di ‘fiancheggiatorì che dovrebbero essere perseguiti”.

(Tratto da ProvinciaLatina.tv)

Archivi